BSH: aumento del fatturato del 5,3% nel 2020

Il management di BSH

Come comunicato da BSH, nel 2020 l’azienda ha raggiunto il più alto fatturato annuo nei suoi oltre 50 anni di storia:  13,9 miliardi di euro con una crescita del 5,3% rispetto all’anno precedente. Sulla base della valuta locale, BSH ha registrato una crescita dell’8,5%. “Il 2020 è stato un anno record per BSH – ha commentato Carla Kriwet, Presidente del Board of Management di BSH -. Grazie all’eccezionale impegno dei nostri colleghi in tutto il mondo, abbiamo superato con successo le sfide della pandemia globale. Il nostro settore ha registrato una crescita significativa grazie all’aumento del tempo che i consumatori trascorrono a casa e in cucina. Il nostro forte portafoglio di marchi, prodotti innovativi e soluzioni digitali ci hanno permesso di soddisfare i desideri e le aspettative dei consumatori”. Nel corso del 2020, tutte le regioni hanno superato la crisi economica verificatasi all’inizio della pandemia e hanno aumentato significativamente i ricavi di vendita complessivi. BSH è cresciuta del 4,8% nella regione Europa (+ 8,6% in valuta locale). Il fatturato è cresciuto notevolmente, soprattutto in Germania, Gran Bretagna e Nord Europa. Il mercato americano si è dimostrato robusto e BSH ha guadagnato ulteriori quote di mercato, realizzando una crescita del fatturato nella regione America superiore alla media del 7,7% rispetto all’anno precedente (+ 10,3% in valuta locale). La domanda di frigoriferi e lavastoviglie è stata particolarmente elevata. L’attività nella regione Asia-Pacifico / Africa è stata del 5,3% superiore al livello dell’anno precedente (+ 7,7% in valuta locale). Gli impatti della pandemia sono diventati evidenti in Cina a febbraio. Tuttavia, a maggio è iniziata una significativa ripresa dell’attività con alti tassi di crescita, che ha più che compensato le perdite di fatturato dei tre mesi precedenti. Soprattutto in Cina, BSH ha assistito a una domanda in forte crescita di lavastoviglie (+ 34% di crescita del fatturato) e asciugatrici (+ 59% di crescita del fatturato). BSH è cresciuta anche in India e Africa e prevede di espandere sostanzialmente la propria attività nei mercati emergenti. Inoltre, l’azienda è cresciuta notevolmente in tutte le categorie di prodotti: le categorie di prodotti cucina, refrigerazione e cura delle stoviglie hanno registrato ciascuna un netto aumento del fatturato di circa il 6% (da +8 a 10% in valuta locale). Il fatturato nella categoria cura del bucato è stato leggermente superiore all’anno precedente. Il fatturato dei prodotti di consumo è cresciuto di oltre il 9% (+ 12% in valuta locale). La categoria dei prodotti di consumo comprende piccoli elettrodomestici come macchine da caffè completamente automatiche, robot da cucina e aspirapolvere. Anche il servizio clienti è cresciuto fortemente dell’8% (+ 11% in valuta locale).
Per quanto riguarda gli investimenti, BSH ha proseguito importanti progetti di investimento come pianificato nel 2020, ad esempio il nuovo stabilimento per la cura e l’asciugatura della lavanderia a Chuzhou, in Cina. L’attenzione rimane sull’investimento in ricerca e sviluppo per supportare innovazioni incentrate sul consumatore, soluzioni IoT e digitalizzazione dell’intera catena del valore. Gli investimenti in queste aree nel 2020 hanno raggiunto i 708 milioni di euro e si sono attestati al livello dell’anno precedente, corrispondenti al 5,1% del fatturato totale. Infine, BSH rafforza il suo focus strategico sulla sostenibilità: in particolare ha raggiunto una pietra miliare verso una maggiore sostenibilità alla fine del 2020, quando tutti i siti di produzione, sviluppo e amministrativi di BSH nel mondo sono diventati CO₂-neutral.