Ecolamp: 3.446 tonnellate di RAEE riciclate nel 2020

© MARIO GUERRA PHOTO

Il Covid-19 non ha fermato l’attività del consorzio italiano Ecolamp, che nel 2020 ha raccolto e trattato 3.446 tonnellate di RAEE. Il 47% di questi RAEE sono sorgenti luminose esaurite (R5) mentre il 53% (pari a 1.835 tonnellate) appartiene alla categoria dei piccoli elettrodomestici, dell’elettronica di consumo e dei dispositivi di illuminazione a fine vita (R4), con un tasso di recupero tra materiale ed energia che supera il 95%. Sebbene ci siano stati numeri in calo durante i mesi dell’emergenza pandemica, si è registrata una rapida ripresa già a maggio. Le Regioni più virtuose nella raccolta delle sorgenti luminose sono state Lombardia, Veneto e Lazio, mentre tra le province il primo posto è andato a Milano, seguita da Roma e Bergamo. “La diminuzione della raccolta Ecolamp, registrata nei primi mesi dell’anno a causa della pandemia, non ha inciso in modo significativo sulla raccolta complessiva. La forte ripresa registrata prima dell’estate, infatti, ha permesso a Ecolamp di chiudere il 2020 in linea con i numeri dello scorso anno – ha dichiarato Fabrizio D’Amico, Direttore Generale di Ecolamp -. Per il 2021 ci aspettiamo che le restrizioni per il contenimento delle pandemie non incidano eccessivamente sulla raccolta dei RAEE, alimentata anche dal costante aumento delle vendite di prodotti elettrici ed elettronici. Ci auguriamo inoltre che la crescente sensibilità verso buone pratiche di tutela ambientale a sostegno di un’economia più circolare e sostenibile porti ad un aumento del numero di coloro che smaltiscono correttamente questi rifiuti”.