Bertazzoni investe 15 milioni di euro in tre anni

Bertazzoni, Guastalla, Italy. Museum, exhibition and showroom.

Il Covid-19 non ha fermato Bertazzoni, specializzata nella produzione di elettrodomestici per la cucina che, al contrario, si appresta a chiudere il 2020 in positivo (soprattutto grazie al trend del secondo semestre) con un fatturato di 84 milioni di euro. Questo grazie anche al fatto che l’azienda ha ampliato la suite di elettrodomestici con l’introduzione di numerosi nuovi prodotti per la cottura e per la refrigerazione alto di gamma tra cui colonne frigorifero, freezer e cantine vino.

Afferma Paolo Bertazzoni, quinta generazione e CEO dell’aziendaIl crescente interesse nei confronti della casa ed in particolare dell’ambiente cucina ha garantito un aumento della domanda nella seconda parte dell’anno e pone buone basi per l’anno in arrivo. Nel 2021 prevediamo l’introduzione nei mercati europei di oltre 140 nuovi prodotti cottura con contenuti innovativi per tecnologia e design e triplicheremo l’offerta del freddo con prodotti di alta gamma. Dopo aver investito nell’ultimo triennio soprattutto nello stabilimento produttivo, vogliamo ora concentrarci sullo sviluppo dei nostri elettrodomestici. Con il nostro nuovo piano triennale 2021-23, infatti, prevediamo un ulteriore investimento di 15 milioni per l’innovazione di prodotto, la digitalizzazione, l’assunzione di nuove figure specializzate in azienda e un ulteriore sviluppo nei mercati internazionali. Ci prepariamo al 140° anniversario dell’azienda, con l’obiettivo finale di un deciso aumento di fatturato”.