Tre nuovissimi robot premium per Neato

Neato Hakim Mazili CountryManagerItalia
Hakim Mazili, Country Manager Italia di Neato

Il focus e l’esperienza nella robotica a uso domestico hanno permesso a Neato di lanciare una nuova gamma di robot, che va a implementare vari aspetti dell’esperienza di utilizzo di questa categoria, sfruttando tecnologie molto evolute e rispondendo in modo puntale alle effettive esigenze dei consumatori.
Tra queste spicca il desiderio di semplificazione a trecentosessanta gradi, non solo nello svolgere le pulizie ma anche nel controllare le funzioni dell’aspirapolvere. A questa esigenza Neato ha risposto con una nuova linea di robot, dotata di wi-fi, Bluetooth e di una nuova App My Neato, che permettono un’installazione immediata dell’apparecchio e un’interazione tra robot e utente ancora più agile e alla portata di tutti. Un design accuratissimo, un filtraggio di primo livello, la tecnologia laser per la navigazione e l’intelligenza artificiale permettono ai nuovi modelli dell’azienda di collocarsi a pieno titolo nella fascia premium. Abbiamo chiesto ad Hakim Mazili, Country Manager Italia di Neato, di descrivere le performance dei nuovi prodotti e la strategia distributiva che accompagnerà la gamma sul mercato italiano.

Come avete vissuto quest’anno molto particolare? Crede che la pandemia e la maggiore permanenza della gente in casa abbia permesso di comprendere meglio i benefici derivanti dall’uso di apparecchi evoluti?
È stata senza dubbio un’annata particolare e ci attendono ancora mesi intensi. Devo dire però che siamo fortunatamente riusciti, come azienda, a dare prova di flessibilità e capacità di adattamento alle nuove logiche e alle nuove priorità. Il primo bimestre è stato caratterizzato da una crescita importante rispetto all’anno scorso. Ovviamente da marzo in poi abbiamo dovuto, come tutti, fermarci ad analizzare l’approccio da adottare in un contesto così diverso e inatteso. Fortunatamente, Neato ha potuto beneficiare della sua strategia multicanale, avendo già una forte presenza sia online che offline. Il che ci ha permesso di reindirizzare il focus distributivo in funzione del nuovo scenario che si è venuto a creare, concentrandoci per alcune settimane solo sull’e-commerce.
Del resto, siamo sul mercato italiano da tre anni circa e siamo partiti proprio con una prima fase di sola presenza nell’online, alla quale più recentemente abbiamo affiancato il canale offline, quindi siamo riusciti senza difficoltà a tornare al cento per cento all’e-commerce in poco tempo per il periodo necessario.

Dopo il lockdown, invece, qual è stato l’andamento del segmento degli aspirapolvere robotici?
Da maggio in poi i segnali sono tornati positivi. Probabilmente questa esperienza ha fatto comprendere ai consumatori e alle famiglie quali benefici si possono ottenere affidando le faccende domestiche a prodotti altamente tecnologici e intelligenti. Si è tornati ad apprezzare il tempo libero e il piacere di uscire di casa, magari mentre un robot pulisce al posto nostro. Da questi presupposti, abbiamo partecipato con convinzione a IFA 2020, evento in cui abbiamo presentato la nostra nuova gamma di modelli premium.

Quali sono le caratteristiche salienti dei nuovi Neato D10, D9 e D8, presentati appunto nella Special Edition di IFA?
Si tratta di prodotti che avremmo voluto lanciare già nel primo semestre del 2020. Nonostante le difficoltà non abbiamo mai messo in dubbio questa intenzione e questo progetto, che abbiamo portato avanti con grande forza, perseveranza e determinazione e, finalmente, a IFA 2020 abbiamo ufficializzato la nuova linea Neato, che include i modelli D10, D9 e D8. Si tratta di tre robot premium che si propongono come alleati imbattibili per la pulizia della casa.
La nuova gamma si distingue per una tecnologia ancora più all’avanguardia, progettata per durare a lungo. La qualità costruttiva e il design di D10, D9 e D8 non hanno eguali né precedenti. Abbiamo lavorato assiduamente su questi aspetti, così come sull’esperienza d’uso, perché volevamo migliorare l’interazione tra utente e robot. Abbiamo semplificato ulteriormente le operazioni di configurazione inziale, grazie all’aggiunta del Bluetooth integrato che va ad affiancare la connessione wi-fi. Ciò permette di effettuare il set-up con pochissimi passaggi. La nuova App My Neato contribuisce ulteriormente a rendere l’esperienza degli utenti davvero immediata e alla portata di tutti. Dopo l’acquisto, infatti, è davvero semplice e veloce mettere il robot in funzione.

Quali migliorie apportano ai robot precedenti?
Come detto prima, nei nuovi modelli spiccano una qualità costruttiva e un design che non hanno precedenti. Abbiamo poi migliorato la potenza massima di aspirazione, inserito un filtro HEPA e allungato la durata dell’autonomia, che con Neato D10 raggiunge ora 150 minuti. Si tratta inoltre di prodotti ancora più user-friendly, che consentono un’interazione facile e immediata, grazie all’App My Neato. Chi sceglie i prodotti Neato riesce a raggiungere anche gli angoli più nascosti e ad aspirare lungo le pareti, per una pulizia più profonda, grazie alla spazzola più larga e al serbatoio per la raccolta della polvere più capiente sul mercato. Sono infine state aggiunte ulteriori modalità e opzioni di pulizia, come le funzioni Eco, Turbo e Pet.

Come fate a individuare le esigenze del pubblico prima di progettare nuovi prodotti?
Possiamo sicuramente contare su una combinazione di diversi fattori, a cominciare dalla nostra quindicinale esperienza nel settore. In questo percorso abbiamo sempre accolto e considerato con attenzione i vari feedback che arrivano dagli utenti, cercando di migliorare continuamente i prodotti grazie alle tecnologie più evolute disponibili di volta in volta. Negli ultimi anni, per esempio, ci siamo avvalsi ampiamente del potenziale dell’Intelligenza Artificiale. Combiniamo quindi tutti questi elementi per soddisfare le esigenze del cliente finale. La semplificazione della configurazione e dell’interazione, di cui parlavo prima, è stata studiata proprio per quei clienti che non hanno grande dimestichezza con la tecnologia o pensando, per esempio, a chi li vuole regalare a persone meno esperte. Chi acquista un robot Neato deve avere, dal nostro punto di vista, l’esperienza più semplice e intuitiva possibile. E con la nuova gamma questo è possibile.

Quale tecnologia guida la navigazione dei vostri aspirapolvere robotici?
I nostri robot sono da sempre dotati del miglior sistema di navigazione attualmente esistente, ovvero la tecnologia LaserSmart, basata su LIDAR. Questa, infatti, si distingue dalle altre comunemente usate perché è l’unica in grado di garantire una mappatura con precisione millimetrica anche in condizioni di scarsa luminosità. Un elemento non banale, se si pensa che spesso il robot viene attivato quando si è fuori casa, lasciandolo quindi a luci spente, con condizioni di illuminazione non ottimali. La guida laser è l’unica tecnologia oggi disponibile in grado di mappare in qualsiasi condizione di luce.

In merito, invece, all’efficacia di aspirazione, qual è il livello di pulizia garantito dalla nuova gamma?
Abbiamo anzitutto mantenuto la forma a D, che è una nostra peculiarità studiata ad hoc per garantire una pulizia più profonda negli angoli e lungo le pareti. Questo design consente di accogliere un grande contenitore per la polvere (0,7 litri) e una spazzola di quasi il doppio delle dimensioni (28cm) rispetto a quelle dei robot disponibili sul mercato. Ma non è tutto. Con la nuova linea abbiamo lavorato su altri due fronti: la qualità dei filtri e la potenza. Per quanto riguarda il primo aspetto, abbiamo inserito nei nuovi modelli un vero filtro HEPA H13, in grado di catturare fino al 99,97% di allergeni e particelle di dimensioni fino a 0,3 micron. Si tratta di una novità assoluta per il segmento. In merito invece alla potenza di aspirazione, abbiamo migliorato le prestazioni del motore. Basti pensare che il robot D10 è il più potente del mercato, raggiungendo 26 CFM. Tutti questi elementi garantisco un elevato livello di efficacia nella pulizia.
E per andare incontro a tutti i tipi di esigenze, abbiamo anche inserito la modalità Pet, che assicura una pulizia ancora più accurata a chi vive con amici a quattro zampe, potendo in tal modo rimuovere il pelo degli animali disseminato per casa.

Come si attiva il ciclo di pulizia e quali opzioni può selezionare l’utente?
La gamma offre varie possibilità per attivare e/o programmare il ciclo di pulizia. È possibile fare tutto attraverso l’App o tramite Home Assistant. È comunque presente anche il tradizionale tasto di accensione sul robot, così da agevolare ogni tipo di esigenza.
Naturalmente, se vogliamo sfruttare al cento per cento le potenzialità dell’apparecchio, l’App è lo strumento migliore: permette infatti di accendere il robot da remoto, programmarlo, visualizzare i report di pulizia, ricevere notifiche in caso dovesse bloccarsi inavvertitamente in qualche punto della casa. L’App My Neato, inoltre, invia notifiche in caso sia necessario un intervento di manutenzione, come cambiare il filtro. È infine possibile anche impostare barriere virtuali o definire zone precise della casa dove effettuare un ciclo di pulizia. In tal modo l’aspirazione dei pavimenti diventa personalizzata per rispondere a necessità di ogni tipo.

Quando sarà disponibile la nuova linea di robot Neato e quale sarà il posizionamento di prezzo dei tre nuovi modelli?
Stiamo facendo il possibile per introdurre la gamma entro la fine di quest’anno.
I tre robot della nuova linea andranno a collocarsi nella fascia premium, in un range di prezzo che va dai 600 ai 1000 euro.

 

Leggi l’intervista integrale sul numero di dicembre della rivista.