TP-Link: 4G, Range Extender e Powerline protagonisti del New Normal

Giancarlo Patti, Retail Sales Manager di TP-Link
Giancarlo Patti, Retail Sales Manager di TP-Link

Come sta reagendo il mercato alle complesse dinamiche degli ultimi mesi e cosa attendersi dal prossimo futuro? Esistono categorie di prodotto che stanno crescendo più velocemente di altre? Per approfondire queste tematiche abbiamo interpellato Giancarlo Patti, Retail Sales Manager di TP-Link.

Qual è stato l’impatto degli eventi legati alla pandemia sul mercato dell’home networking e cosa sta succedendo in questo momento?
La situazione che abbiamo vissuto e stiamo vivendo ha determinato una crescita importante di alcune categorie, in particolare dei Range Extender, Powerline e Router 4G, anche se quest’ultima era in crescita anche lo scorso anno e noi siamo pronti almeno da due anni. Lavorare e studiare da casa ha determinato nuove esigenze per il consumatore, alcune famiglie si sono spostate – quando hanno potuto – nelle seconde case e questo, appunto, ha favorito moltissimo la crescita di queste tre categorie, per le quali avevamo e abbiamo un’offerta di prodotto molto ampia.

Parlando in particolare di router 4G, l’esplosione della domanda deriva solitamente da una somma di fattori: la pandemia è uno, ma gli altri?
L’accelerazione più importante è legata all’offerta sulle SIM dati, che permettono a tutti di usufruire di grandi volumi di dati a prezzi competitivi. Questo ha spinto alcuni consumatori a preferire la connettività mobile rispetto all’abbonamento Internet classico, e parallelamente sono aumentate moltissimo le performance degli apparecchi, che oggi – a patto che la rete dell’operatore sia soddisfacente a livello di prestazioni – sono di altissimo livello.

Quindi un’ipotesi è anche l’utilizzo del 4G insieme a una linea tradizionale, magari quando quest’ultima non è particolarmente brillante…
Certo. In un contesto di smart working, quando tante persone sono collegate alla stessa rete di casa, è possibile sfruttare il 4G in aggiunta alla connettività tradizionale, facendo in modo che tutti possano usufruire di un servizio di qualità.

Che dire del Mesh? È una tecnologia di successo?
Abbiamo una gamma molto ampia di prodotti Mesh (Deco, ndr) e dalle prestazioni molto elevate. Certamente, il prezzo medio è più alto rispetto al classico Range Extender e questo ne ha un po’ limitato il successo negli scorsi anni. Ma la situazione sta cambiando perché, a fronte di prestazioni sempre eccellenti, il prezzo medio si è abbassato: questo, sommato al fatto che il consumatore ha bisogno di reti sempre più estese e soprattutto stabili, dà – e darà – a Mesh una grossa mano.

Come vede il mercato dell’home networking nel prossimo futuro?
Il nostro è un mercato sempre in fermento. La connettività sarà sempre più centrale nella quotidianità di ognuno, le esigenze aumentano ogni giorno e lo sviluppo tecnologico seguirà di conseguenza: abbiamo già prodotti wi-fi 6, arriveranno quelli 5G e, in generale, la mole di dati sta crescendo esponenzialmente. Noi, dobbiamo essere pronti a supportare questo trend con tecnologie sempre più evolute e prodotti efficienti e dalle elevate prestazioni.