Hisense ULED U8, un’esperienza audio-video completa

Quando si sceglie un TV, spesso si sottovaluta l’importanza dell’audio a favore per esempio del design o delle dimensioni dello schermo. Hisense ha deciso, invece, di garantire con i suoi TV ULED U8 la migliore esperienza sonora possibile e per farlo ha chiesto la collaborazione a JBL, un brand che viene immediatamente associato all’elevata qualità dei suoi dispositivi domestici e portatili.

Il risultato sono bassi potenti e medi/alti dettagliati e taglienti, un po’ come in una classica esperienza cinematografica. Il merito va alla componentistica di qualità, ma anche a una corretta configurazione e taratura da parte di JBL, alla perfetta gestione degli spazi e a un sistema di amplificazione di alto profilo, fondamentale per supportare l’esperienza sonora.

Tutto ciò è perfettamente in linea con l’altra caratteristica sonora di pregio dei TV Hisense, il Dolby Atmos. Si tratta della più recente ed evoluta codifica audio targata Dolby, che supera i limiti dell’audio surround posizionando dinamicamente e in modo preciso una grande varietà di oggetti sonori all’interno del quadro: il risultato è un’esperienza immersiva senza l’aggiunta di componenti dedicati come appunto un impianto audio esterno o una soundbar con subwoofer e satelliti separati. I benefici sono quindi diversi: risparmio, qualità sonora, coinvolgimento e assenza di cavi sparsi per la stanza, tutto rigorosamente in un unico TV.

Il tutto senza compromettere il profilo estetico e la qualità visiva del televisore. I TV Hisense della serie ULED U8 associano ad un profilo estremamente sottile e senza cornice, una dotazione tecnica di alto profilo, tra cui il pannello 4K con tecnologia Quantum Dot, compatibile con gli standard HDR 10+ e Dolby Vision, e il controllo della retroilluminazione in oltre 100 zone grazie ad un’avanzata funzione Local Dimming che migliora i contrasti e la naturalezza dell’immagine. A questa dotazione va aggiunte la piattaforma VIDAA U4.0, che garantisce un’esperienza d’uso migliorata, oltre all’accesso all’ampio catalogo di contenuti locali e globali.