Spazio Lenovo, l’ecosistema esperienziale

Giulia Lupidi, Flagship Store Manager di Lenovo
Giulia Lupidi, Flagship Store Manager di Lenovo

Uno spazio sempre aperto con wi-fi gratuito, postazioni per lavorare o studiare, un bistrot per mangiare e tanti eventi professionali e d’intrattenimento. Il tutto immerso nella tecnologia firmata Lenovo, che ha inaugurato a Milano un concept store innovativo, molto interattivo, pensato per far incontrare le persone.

«Questo spazio – spiega Giulia Lupidi, Flagship Store Manager di Lenovo – è stato progettato in linea con la strategia del brand, basata sulla customer centricity. L’intenzione principale, infatti, è quella di ingaggiare direttamente i nostri clienti finali e i professionisti, offrendo un’esperienza a trecentosessanta gradi di quello che sono i nostri prodotti e di ciò che rappresenta il nostro brand. In un mondo proiettato verso il digitale, Lenovo non vuole perdere il rapporto con il consumatore, quindi lo spazio non è solo un negozio ma un ecosistema culturale, dedicato all’innovazione digitale, dove incontrarsi e confrontarsi».

Quanto all’offerta, Spazio Lenovo presenta una gamma di prodotti differenziata da quella proposta in altre superfici di vendita, privilegiando articoli in genere destinati al canale online, così da poterli far vedere e toccare dal vivo al pubblico.

«È presente gran parte della gamma Lenovo – conferma Giulia Lupidi -: dalla linea consumer al gaming fino all’offerta B2B, dal PC al server. Naturalmente non mancano i prodotti Motorola, compreso lo smartphone Razr 5G, che sta riscuotendo un grandissimo successo».

Elemento distintivo dello Spazio Lenovo è poi rappresentato dal ricco calendario di eventi speciali. «Abbiamo pianificato una serie di talk show bi o trimestrali – dichiara la Flagship Store Manager Lenovo – incentrati su un tema verticale sul quale si confrontano tre personalità competenti ma provenienti da settori diversi. Gli argomenti spaziano, da quelli più legati al business a quelli di interesse più generale, come il back-to-school, il gaming o l’intelligenza artificiale. Le prime iniziative sono state organizzate in digitale per via dell’emergenza sanitaria, ma quando la situazione lo permetterà, vogliamo programmare eventi su invito, con un pubblico ristretto. Gli eventi saranno comunque continuativi e rimarranno una caratteristica distintiva del negozio, che ospiterà anche diversi appuntamenti formativi e workshop».