AIRES sul piano voucher per la connettività in banda ultra larga

Davide Rossi, direttore di Aires e presidente di Optime

Dopo la consultazione indetta dal Ministero dello Sviluppo Economico in riferimento al “Piano voucher per la connettività in banda ultra larga di famiglie con ISEE fino a 50.000 euro e imprese”, Aires è intervenuta dicendosi favorevole all’iniziativa, utile alle famiglie a basso reddito per ridurre l’attuale divario digitale.

L’associazione si è detta però preoccupata per la scelta del Ministero dello Sviluppo Economico di affidare ai soli operatori di telecomunicazioni sia l’erogazione dei servizi di connettività che quello dei dispositivi elettronici aggiuntivi, senza lasciare al consumatore possibilità di scelta.

Come evidenziato dal Direttore Generale della AIRES, Avv. Davide Rossi: «Vincolare la fornitura dei dispositivi elettronici unicamente ai fornitori dei servizi di connettività è una scelta pericolosa, fortemente lesiva della libertà di consumo e della concorrenza tra operatori. Non è garantita la libertà di scelta e controllo dell’utente sull’apparecchiatura finale (principio che trova fondamento nell’art. 3, co. 1, del Regolamento (EU) 2015/2120). Il voucher dovrebbe essere invece realizzato in modo da prevenire effetti distorsivi sul mercato, permettendo all’utente di utilizzarlo presso l’operatore economico di propria scelta senza escludere indebitamente la gran parte degli operatori economici attivi sul mercato della produzione, dell’importazione e della distribuzione di prodotti hardware».