Eldom: il packaging strategico che fidelizza

packaging“A cosa serve?”. Si potrebbe pensare che nell’era di Internet e su prodotti esposti senza scatola, come gli elettrodomestici, il packaging abbia un valore ormai secondario. Ma non è così. La sovraesposizione di apparecchi a scaffale in ogni categoria merceologica rende impossibile fornire informazioni dettagliate di ognuno, al di là di quelle riportate nei cartellini davanti alle singole referenze.

Un cliente che è alla ricerca di un prodotto specifico, sul quale si è già informato attraverso il web, andrà probabilmente a cercarlo a colpo sicuro. Ma quando il cliente s’imbatte per caso in un lineare, attratto da un articolo di cui non aveva preventivato l’acquisto, molto probabilmente andrà alla ricerca della sua scatola (in genere posizionata nei ripiani sottostanti dello scaffale) e cercherà le informazioni essenziali per capire se il prodotto risponde esattamente alle proprie esigenze.

Ma l’utilità di un packaging efficace si estende anche al post-vendita: se in poche, chiare informazioni e immagini, l’imballaggio riesce a riassumere almeno le funzioni chiave dell’apparecchio, l’utente lo attiverà subito, senza bisogno di cercare ulteriori informazioni e ne trarrà maggior soddisfazione. Un elemento non secondario, che creerà ulteriore fidelizzazione, soprattutto tra quei consumatori che mettono la semplicità davanti a tutto.

Non ultimo, immagini ambientate sul packaging aiutano il cliente a immaginare il prodotto nella propria casa, iniziando a visualizzarne un’eventuale collocazione piacevole nella propria abitazione.