Haier: verso una cucina intelligente

Piergiorgio Bonfiglioli. Marketing Director IoT e Smart Solutions di Haier Europe
Piergiorgio Bonfiglioli, Marketing Director IoT e Smart Solutions di Haier Europe

La tendenza a realizzare elettrodomestici smart è forte all’interno del Gruppo Haier, anche a seguito dell’acquisizione del Gruppo Candy. Cosa bolle in pentola, e qual è la visione dell’azienda sul fronte dell’innovazione? Ne abbiamo parlato con Piergiorgio Bonfiglioli, Marketing Director IoT e Smart Solutions di Haier Europe.

Quanto è importante, nel 2020, innovare nei prodotti per la cucina e sfruttare le ultime tecnologie?
La nostra è un’azienda che ha sempre innovato e che è crescita proprio grazie all’innovazione nel proprio DNA; ci siamo sempre rivolti e ci rivolgiamo a concetti di innovazione utile, e nel corso degli ultimi anni ci siamo concentrati su tecnologie di frontiera come soluzioni di intelligenza artificiale, Big Data, image recognition e voice control, consentendo ai nostri prodotti e alle nostre soluzioni integrate di fornire performance di assoluto rilievo.

Parlando di innovazione, IA e Big Data offrono benefici, ma sono tecnologie complesse: come vanno comunicate?
In maniera semplice, concentrandosi sul beneficio per il consumatore, su questo non abbiamo nessun dubbio.

Immaginiamo di dover vendere il prodotto: il controllo con lo smartphone, un assistente vocale o altre funzionalità smart possono determinarne il successo?
Assolutamente sì, siamo stati i primi, ormai oltre 5 anni fa a rendere disponibile una gamma completa di elettrodomestici connessi. Questo vantaggio temporale e tecnologico ci ha permesso di conquistare una solida leadership nel mondo delle Smart Appliances: attualmente gestiamo 18 famiglie di prodotto Smart, in continua espansione, coprendo tutti i segmenti di mercato con performance di assoluto rilievo.

Quindi di fronte a un cliente bisogna puntare sull’innovazione “semplificandola”. Ci fa qualche esempio di soluzione innovativa applicata ai vostri prodotti?
Certo. Per esempio, abbiamo un sistema di inventory manager sui nostri frigoriferi che permette di tener traccia del cibo in storage con indicazioni sullo stock presente e alert automatici sulla scadenza. Sui forni, attraverso l’App, mettiamo a disposizione oltre 300 ricette che possono essere selezionate in base al tipo di dieta o preferenza del momento; inoltre, le nostre ricette sono state disegnate e testate per essere eseguite sui nostri forni, il che fornisce risultati assolutamente ineguagliabili rispetto a soluzioni “generaliste”. Per quanto riguarda i piani cottura smart ad induzione abbiamo studiato un percorso guidato basato su ricette che consentono di ottimizzare in maniera personalizzata l’utilizzo della cottura tramite induzione, dalla preparazione degli ingredienti fino all’avvio del piano che viene settato e modulato in base alla ricetta selezionata o l’operazione da compiere. I benefici fruibili attraverso i nostri prodotti Smart sono attivabili e controllabili con App, con un sistema di voice control in natural language integrato nell’App ed attraverso gli Smart Assistant Google Home ed Amazon Echo.

E per quanto riguarda il prossimo futuro?
Stiamo lavorando su alcuni temi legati a soluzioni di intelligenza artificiale che cambieranno in maniera sostanziale il modo con cui cuciniamo i nostri cibi, li conserviamo e ce ne prendiamo cura.