MediaWorld e la stampa specializzata

Il prossimo 16 luglio verrà inaugurato nello storico punto vendita di MediaWorld in Milano Certosa il nuovo format “Tech Village”. Il negozio, per la verità è già operativo, e la stampa invitata lo vedrà dopo la clientela: anche per questo girano delle foto dell’interno da alcuni giorni (noi stessi avremmo potuto scattarle, rompendo un patto etico). In aggiunta, sono già apparse interviste sulla stampa nazionale. E allora, ci si chiede, la stampa specializzata che servizio può fornire se non gli è permesso di anticipare contenuti che sono un po’ il “pane” dell’attività?
In pratica si apprende, da lettori, che questo “Tech Village” è un progetto totalmente italiano e che se avrà successo sarà replicato in tutto il resto del mondo (MediaMarktSaturn è presente in Europa e Turchia con oltre mille negozi per un fatturato di 21,5 miliardi di euro).
Sempre da lettori, apprendiamo che l’architetto Fabio Novembre ha interamente ridisegnato l’area di oltre 6.000 metri quadrati. Creando una sorta di “piazza italiana” circondata da un “porticato” composto da 24 showroom di altrettanti Brand leader del settore hi-tech ed eldom.
La nuova struttura ospiterà anche corsi di formazione ed eventi. Infine, nel piano interrato, sarà creato uno spazio e-gaming con tanto di Accademia per i più giovani (in questo caso l’idea giunge da Colonia).
Il “Tech Village” ha richiesto un investimento di 4,5 milioni di euro e impegna 150 dipendenti (metà dei quali di nuova assunzione).
Non c’è che dire: una risposta forte e concreta alla ripartenza.
Ma ritornando all’inizio: cosa potrà raccontare di nuovo la stampa specializzata mercoledì prossimo?