Falmec: «Semplificare la vita del consumatore: l’unico modo per innovare davvero»

Da sinistra: Lorenzo Poser, Direttore Marketing/Direttore Commerciale/Responsabile Comunicazione; Andrea Poser, Responsabile di produzione; Danilo Poser, Presidente; Maurizio Poser, Vice Presidente
Da sinistra: Lorenzo Poser, Direttore Marketing/Direttore Commerciale/Responsabile Comunicazione; Andrea Poser, Responsabile di produzione; Danilo Poser, Presidente; Maurizio Poser, Vice Presidente

Tutta questione di trattamento dell’aria. Falmec, azienda che ha saputo trasformarsi da piccola realtà artigianale a protagonista del mercato italiano ed internazionale, rinnovando il concetto stesso di cappa aspirante, affronta le sfide future puntando su novità tecnologiche all’avanguardia. Ne abbiamo parlato con Lorenzo Poser, Direttore Marketing/Direttore Commerciale/Responsabile della Comunicazione dell’azienda.

Quali saranno le novità di Falmec nei prossimi mesi del 2020?
Punteremo su concetti nuovi, oggi inesistenti: siamo partiti dallo studio dell’uomo in cucina, di come interagisce nelle diverse attività, per sviluppare dei concetti innovativi nell’ambito dell’aspirazione e non solo. Sono nati così dei prodotti che riescono a sorprendere davvero.

Su cosa puntate con queste novità?
I nostri sforzi sono diretti sempre al miglioramento del comfort e della vivibilità dell’ambiente casa, in particolare ovviamente la cucina: centro di ogni abitazione. Per questo abbiamo dotato i nostri prodotti di intelligenza e tecnologia che riescano a dare un reale contributo ed un beneficio quotidiano.

Le cappe sono sempre più un oggetto di design in cucina. Quali sono i nuovi trend in questo senso?
Oggi l’oggetto cappa è sempre più integrato nella struttura della cucina, quindi deve avere un design discreto e trasversale ai vari ambienti. Nel contempo vediamo però una ricerca di distinzione e unicità nel progetto cucina che una cappa di design può offrire.

Un’altra delle sfide di maggiore attualità per il settore è quella riguardante il risparmio energetico. Ritiene che sia un elemento tenuto in sufficiente considerazione?
Da sempre Falmec è sensibile alle tematiche legate alla sostenibilità e al rispetto ambientale. Ci siamo specializzati negli anni in soluzioni filtranti, che evitino quindi lo spreco energetico dovuto all’estrazione dell’aria all’esterno. Riteniamo sia questo il punto focale sul quale concentrarsi, oltre ovviamente alla riduzione del consumo della cappa.

Le cappe oggi svolgono anche altre funzioni, come la purificazione dell’aria. Quali sono le vostre proposte in questo senso?
Puntiamo sull’integrazione del concetto di cappa in soluzioni pensate per armonizzarsi ed integrarsi al meglio nell’ambiente cucina, aggiungendo nel contempo funzionalità e valore al prodotto cappa. Falmec è stata la prima azienda nel mercato a parlare di qualità dell’aria, con la tecnologia E.ion system e continuiamo a farlo oggi con svariate soluzioni in grado di migliorare l’atmosfera in casa, in tutti i sensi.

Oggi c’è sempre più interesse per elettrodomestici con prestazioni professionali, anche a causa della moda delle trasmissioni televisive.
Penso che oggi il consumatore sia interessato a prodotti efficaci, a prescindere dalle trasmissioni televisive che sicuramente hanno contribuito a riaccendere interesse per la cucina in generale, e di conseguenza per gli elettrodomestici necessari a tali attività.

I sistemi di domotica stanno progressivamente entrando nelle case. Quali sono le possibili evoluzioni per i sistemi di aspirazione?
Anche l’aspirazione deve essere concepita in un sistema aperto in grado di comunicare con altre apparecchiature e in un certo senso ottimizzare il loro funzionamento. Oggi tale processo è sicuramente favorito dall’affermarsi di protocolli di trasmissione e tools come assistenti vocali, che fungono da elemento di raccordo tra i vari sistemi ed apparecchi che abbiamo in casa.

Quali sono i vostri progetti a riguardo?
Abbiamo pensato a soluzioni di connettività aperte e facili nel loro utilizzo in modo da poter integrare la cappa in sistemi di controllo più ampi.