Bosch Elettrodomestici insieme a Caritas Italiana

Bosch Elettrodomestici insieme a Caritas ItalianaSeguendo gli insegnamenti del suo fondatore, sempre vicino ai bisogni delle persone, Bosch ha deciso di unirsi a Caritas per sostenere gli Empori Solidali di Savona, Oristano, Avezzano, Frascati e Reggio Calabria con iniziative di contrasto alla povertà alimentare, attraverso l’acquisto di beni primari (cibo, prodotti per la casa, prodotti per l’igiene) e realizzando “carrelli della spesa” settimanali per famiglie in situazione di bisogno.

«La vicinanza alle necessità delle persone – spiega Sabrina Zago, Head of Marketing di BSH Elettrodomestici S.p.A. – è uno dei principali obiettivi della missione di Bosch, sin dalla sua fondazione. Con il sostegno al progetto di Caritas Italiana contro la povertà alimentare desideriamo tradurre in maniera concreta la parola “vicinanza” e dare un aiuto direttamente sul territorio a chi si trova in difficoltà, a causa della crisi economica innescata dall’emergenza Coronavirus. Insieme a Caritas per un gesto che conta davvero».

Gli Empori Solidali di Caritas Italiana offrono sostegno materiale alle persone che ne hanno più bisogno: hanno l’aspetto e il funzionamento dei negozi di prossimità o di piccoli market, ma distribuiscono gratuitamente beni di prima necessità, resi disponibili da donazioni come quelle effettuate da Bosch, tra i quali i beneficiari possono scegliere liberamente in base ai propri bisogni e gusti. Vengono offerti anche servizi e percorsi di orientamento, formazione, inclusione e socializzazione.

«La combinazione di offerta di beni di prima necessità e formazione fornita dagli Empori Solidali è in perfetta sintonia con i valori del marchio Bosch. Siamo lieti di poter contribuire al progetto di Caritas Italiana, devolvendo parte dei proventi della campagna di comunicazione “Zero Sprechi” dedicata ai frigoriferi XXL di Bosch con tecnologia VitaFresh, che consente di ridurre giorno dopo giorno gli sprechi alimentari, a favore della sostenibilità – un tema di primaria rilevanza per il marchio, da sempre impegnato nella progettazione di tecnologie che tutelano le risorse ambientali», conclude Sabrina Zago.