Remedia e Daikin partner per l’economia circolare

Remedia e Daikin partner per l’economia circolareDopo il successo della fase pilota iniziata a giugno 2019, Remedia (Consorzio nazionale no profit per la gestione eco-sostenibile di tutti i rifiuti tecnologici) e Daikin Air Conditioning Italy consolidano la partnership per il programma “Installatore Green” con l’obiettivo di creare un network virtuoso per il recupero di F-Gas, grazie anche ad azioni concrete di sensibilizzazione per una corretta gestione dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE).

Già molto attenta alla sostenibilità, Daikin ha avviato questo progetto di Economia Circolare con Remedia per il recupero, la rigenerazione e il riutilizzo dei gas refrigeranti contenuti all’interno degli split residenziali, con lo scopo di mitigare l’impatto invasivo nell’atmosfera e avviare un sistema di recupero virtuoso e certificato.

Il programma, oggi può contare su 86 aziende d’installazione del network Daikin, che hanno scelto di mettersi in gioco. Agli operatori del settore infatti spetta l’importante ruolo di raccolta e corretta gestione del rifiuto e per questo, è stato messo a punto un percorso dedicato di informazione e formazione basato su webinar e incontri formativi che prevede, come attestazione finale, la nomina di “Installatore Green Qualificato Remedia” e l’inserimento all’interno di un sistema coordinato, controllato e conforme alla stringente normativa ambientale. Il progetto quindi non solo garantisce il rispetto dell’ambiente, ma permette all’installatore di mettere in atto le procedure richieste per evitare sanzioni penali per lo smaltimento non corretto del condizionatore.

Grazie alla consolidata esperienza nella filiera RAEE, Remedia – di cui Daikin è socio fondatore e riveste un ruolo attivo nel Consiglio di Amministrazione – gioca un ruolo fondamentale non solo nel percorso formativo per gli installatori, ma anche e soprattutto nel ciclo virtuoso di recupero e riutilizzo dei RAEE e del refrigerante, perché è garante di una gestione dei rifiuti tecnologici che soddisfa altissimi standard di qualità ed efficienza operativa, attraverso la collaborazione con impianti di trattamento tecnologicamente avanzati.

Delle aziende che hanno preso parte a questa prima fase, 61 sono già operative e certificate e hanno contribuito alla raccolta di oltre 31.000 kg di RAEE, che hanno prodotto circa di 200 kg di gas R410 rigenerato. Per avere un’idea di quante emissioni equivalenti di CO2 si possono risparmiare per ogni kg di gas rigenerato non disperso in atmosfera, si pensi a un’automobile di piccola cilindrata che percorra per circa 12 volte la tratta Milano-Palermo. Risultati incoraggianti che, con l’aumento degli installatori coinvolti, fanno ben sperare nel successo del progetto, esempio di economia circolare, unico nel suo genere. Il progetto è stato già riconosciuto a livello nazionale per il suo concreto contributo alla sostenibilità ambientale. Daikin infatti ha vinto il Premio speciale “Circular Energy” del concorso “Best Performer dell’Economia Circolare” 2019/2020 promosso da Confindustria con il supporto di 4.Manager e la collaborazione di Enel X.