Disponibili i modelli di stampa in 3D di Miele per creare accessori esclusivi

Disponibili i modelli di stampa in 3D di Miele per creare accessori esclusivi Con il progetto 3D4U, Miele offre ai propri clienti un’ampia gamma di accessori realizzabili con stampante 3D. Su Thingiverse, la piattaforma per il download gratuito, sono già disponibili i modelli per i primi dieci oggetti, che includono accessori per la cucina, per gli aspirapolvere e per il fai-da-te. Alcuni modelli possono essere personalizzati con diversi motivi e parametri.

A livello di produzione industriale, la stampa 3D è già utilizzata da tempo, ma questa innovativa tecnologia sta diventando sempre più popolare anche tra i privati. «Con 3D4U vogliamo offrire ai nostri clienti ulteriori vantaggi e sviluppare idee che non abbiamo ancora inserito nella nostra vasta gamma di accessori -, spiega David Buhl, Project Manager del progetto 3D4U presso lo stabilimento Miele di Bielefeld. – La nuova 3D4U è il frutto della nostra lunga esperienza in ricerca e sviluppo per le diverse componenti dei nostri elettrodomestici e di oltre 90 anni di know-how nel settore della cura dei pavimenti».

Ogni accessorio 3D4U è accompagnato da una descrizione dei parametri di stampa consigliati ed è stato testato in termini di realizzabilità, usando una stampante per la modellazione a deposizione fusa (stampante FLM). Questa crea un filo viscoso e lo deposita strato dopo strato fino a creare dal basso verso l’alto l’oggetto desiderato. Per il processo di stampa 3D, Miele raccomanda l’uso di filamenti di polilattide (PLA). Il materiale può essere facilmente elaborato su stampanti 3D domestiche standard ed è ampiamente utilizzato nella comunità.

Per il lancio del progetto 3D4U, Miele mette a disposizione dieci accessori per le categorie cucina, aspirazione e fai-da-te. Tra gli accessori disponibili, c’è il separatore di oggetti di valore 3D4U, che impedisce ai piccoli oggetti di valore di finire nel sacchetto o nel contenitore per la polvere. Il separatore è perfetto per pulire scatole, cassetti, borsette o giocattoli o anche per cercare un orecchino caduto sul tappeto.