Ripartire dalle persone

Romano Cappellari, professore di Marketing all’Università di Padova

Romano Cappellari, professore di Marketing all’Università di Padova e direttore del master Cuoa Business School in Retail Management ha scritto sul suo sito un interessante articolo prendendo spunto da una libreria di Tokyo che ha deciso di proporre nei suoi spazi ogni settimana un unico libro, alla presenza – a volte – dell’autore.

«La provocazione di questa piccola libreria, che è sul mercato ormai da cinque anni, offre due spunti di riflessione per i retailer alle prese con il consumatore post-COVID:

1. Oggi il mestiere del retailer non è quello di offrire assortimenti ampi e profondi che confondono il consumatore, ma in primo luogo quello di utilizzare la propria autorevolezza e la propria migliore conoscenza del mercato per selezionare l’offerta.
Questo diventa importantissimo anche per l’azienda in una fase di grande incertezza come l’attuale in cui troppa merce in punto vendita rischia di essere una zavorra insostenibile per i bilanci.

2. I negozi fisici sono ancora insuperati nella capacità di emozionare, di divertire, di spiegare e valorizzare il prodotto. Store design, visual merchandising (e naturalmente tecnologia) possono contribuire molto su questo versante, ma mai quanto può fare l’intelligenza di una persona competente e appassionata».

In questa fase di riapertura dei negozi bisogna quindi investire in tecnologia, ma anche sugli addetti alla vendita, gli unici a fare effettivamente la differenza.