Bene la raccolta RAEE, i cui dati sono ora consultabili anche online

Fabrizio Longoni, direttore generale del Centro di Coordinamento RAEE
Fabrizio Longoni, Centro di Coordinamento RAEE

Si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione del Rapporto Annuale del Centro di Coordinamento RAEE, che raccoglie e sintetizza i risultati della raccolta conseguiti dai singoli Sistemi Collettivi.

Confermato il trend positivo degli ultimi anni con una raccolta che supera le 343.069 tonnellate di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, registrando una crescita del 10,45% rispetto all’anno precedente.

Il raggruppamento che registra l’incremento più alto è quello dell’elettronica di consumo e di piccoli elettrodomestici (R4) che cresce del +15,28% confermando l’efficacia della campagna di comunicazione promossa dal CdC RAEE negli ultimi due anni.
Molto positivo, e pari al +13,12%, l’incremento dei grandi bianchi (R2), che rappresenta oltre un terzo della raccolta assoluta. Crescono a doppia cifra (+11,06%) anche freddo e clima (R1) per un totale di 93.432 tonnellate, mentre TV e monitor (R3) raggiungono quota 59.853 tonnellate (+0,12%). Le sorgenti luminose (R5), infine, superano per la prima volta quota 2.000 tonnellate, confermando seppur a ritmi più contenuti rispetto all’anno precedente (+5,36%) la crescita iniziata nel 2018.

CLASSIFICA RAGGRUPPAMENTI

Raggruppamento TON 2019vs2018
R2 115.109 +13,12%
R1 93.432 +11,06%
R4 72.609 +15,28%
R3 59.853 +0,12%
R5 2.066 +5,36%

 

In linea con gli anni scorsi, la raccolta complessiva è in crescita in quasi tutte le regioni. Come ben visibile nella tabella qui sotto, la raccolta procapite evidenzia, però, un’Italia a due velocità con un forte gap tra il Nord ed il Sud dovuto, come spiega Fabrizio Longoni, direttore generale del Centro di Coordinamento RAEE «alla mancanza di una rete infrastrutturale attiva sul territorio, anche se è giusto evidenziare una crescita dei centri di raccolta comunali che hanno migliorato i livelli di servizio e di efficienza al consumatore».

RACCOLTA PER AREE

TON Variazione 2019/2018 Kg/ab
Nord 186.167 8,77% 7,40
Centro 79.525 12,26% 5,91
Sud

e Isole

77.377 12,76% 4,77

 

Scendendo nel dettaglio dei dati, La Valle d’Aosta si conferma la regione più virtuosa d’Italia per raccolta pro capite, quasi doppia rispetto a quella nazionale, mentre la Toscana spicca tra le regioni del Centro. La Campania è la migliore per quantità assolute raccolte del Sud Italia, ma ha la maglia nera per raccolta pro capite.

Per i dettagli a livello regionale segnaliamo il sito raeeitalia.it, concepito dal CdC per presentare i dati attuali e storici. Il servizio web è stata sviluppato integrando il tool Pingendo, strumento per il design e l’aggiornamento di siti web moderni ed affidabili, con Google Data Studio, lo strumento di Data Visualization che permette di realizzare report interattivi ed accessibili da chiunque, su ogni dispositivo.