Il controllo vocale dà slancio alla smart home

Gianmaria Visconti, Alexa Country Manager di Amazon Italia
Gianmaria Visconti, Alexa Country Manager di Amazon Italia

L’apprezzamento dei dispositivi per il controllo vocale ha superato le aspettative. Chi ci ha creduto, come Amazon, sta ora raccogliendo i frutti di una scelta lungimirante.

«Quando Amazon ha lanciato il primo dispositivo Echo nel 2014 – racconta Gianmaria Visconti, Alexa Country Manager di Amazon Italia – il servizio vocale Alexa sapeva fare solo 13 cose. Eppure, Amazon ha investito in questo progetto senza conoscere la portata e lo slancio che avrebbe creato. Ora Alexa può raccontare barzellette, leggere le notizie, creare promemoria, gestire la Casa Intelligente e molto altro ancora: i clienti interagiscono con Alexa miliardi di volte ogni settimana. Oltre a tutto questo, i dispositivi Echo hanno ricevuto oltre 400.000 recensioni a 5 stelle in tutto il mondo».

La cosa incredibile è il trend positivo che si registra in Italia, solitamente più lenta nell’adottare le innovazioni, ma non nel caso del controllo vocale.
«Anche per quanto riguarda l’Italia – conferma Visconti – la risposta dei clienti si è dimostrata eccezionale. Amazon ha introdotto nel nostro mercato il maggior numero di dispositivi per un nuovo Paese il 23 ottobre 2018 e, dal momento del lancio, i clienti che utilizzano attivamente Alexa in Italia sono quintuplicati. Nel corso del 2019, i clienti italiani hanno parlato con l’assistente vocale 1 miliardo di volte».

Ma quale è stato l’impatto di questa tendenza sulla diffusione della smart home e degli elettrodomestici connessi?
«L’utilizzo di soluzioni per la Casa Intelligente attraverso il controllo vocale di Alexa – spiega Visconti – è stato particolarmente apprezzato: abbiamo infatti notato che il livello di adozione da parte dei clienti italiani di prodotti di domotica che possono essere gestiti con Alexa è fra i più alti al mondo. Questa tendenza è supportata anche dallo sviluppo di una selezione sempre più vasta di dispositivi che hanno ottenuto la certificazione “Work with Alexa”: non si tratta solo di smart speaker, ma anche di soluzioni per la casa intelligente che comprendono lampadine, interruttori, prese, telecamere per la videosorveglianza e videocitofoni, ma anche termostati e centraline per il controllo di tutti i prodotti di domotica.
Grazie all’operato del team Alexa Skills Kit, anche l’offerta di elettrodomestici con integrazione Alexa si sta arricchendo sempre più. A oggi sono disponibili macchinette per il caffè, aspirapolvere robot, stufette elettriche, deumidificatori, diffusori di aromi e router gestibili con la voce.
Abbiamo quindi impostato tutte le premesse perché i clienti possano interagire vocalmente con tutte le componenti della propria casa ma, come diciamo sempre in Amazon, siamo ancora al Day 1: abbiamo tanto lavoro da fare per far crescere questa interazione e questa responsabilità ci dà ogni giorno la spinta per creare innovazione per conto dei nostri clienti».