Lo smartworking ai tempi del Covid-19: SERENA SORANA

Serena Sorana, Brand & Communication Manager di Faber

Dimensione professionale e personale si fondono nell’era dello smart working, come ci spiega Serena Sorana, Brand & Communication Manager di Faber:

“In questo momento di drammatica emergenza il ricorso allo smart working è stato una necessità. Come team marketing siamo abituati a lavorare in video conferenza, ma la cosa che manca è il contatto umano con tutto il gruppo di lavoro: la fittissima rete di call, messaggi e video conference per portare avanti tutti i progetti e aggiornarci sulle attività in programma non riesce a sostituire del tutto il confronto just in time con le mie collaboratrici e le contaminazioni che solitamente nascono tra i vari progetti.

Se è inevitabile che la nostra dimensione lavorativa sia di colpo cambiata, è altrettanto vero che stiamo portando a termine tutte le attività programmate prima dell’emergenza in accordo con le altre funzioni aziendali. Stiamo inoltre portando avanti un importante progetto digital monitorando con la massima attenzione i fenomeni che si stanno sviluppando in questo particolare momento di forzata digitalizzazione e siamo in piena fase creativa del nuovo catalogo.
Nonostante le attività collegate al Salone siano state ovviamente rimandate, cerchiamo di rispettare il più possibile i timing prefissati ad inizio anno. Nessuno avrebbe potuto prevedere il rinvio della fiera, ma è successo e ora spetta alla nostra flessibilità trovare il modo migliore per adattarsi e sfruttare questo periodo al massimo: sono convinta che questo periodo porterà un profondo cambiamento in tutti noi, nei processi di acquisto e nei needs dei consumatori e chi fa il nostro lavoro dovrà captare questi nuovi bisogni e tradurli nella maniera corretta.

Dal punto di vista personale reputo questo smart working un grandissimo esercizio di ‘multitasking’ dato che sono mamma di 2 bambini: Tommaso 7 anni e Bianca di 2. Oltre a dover gestire modalità nuove di lavoro, mi trovo contemporaneamente alle prese con la didattica a distanza del più grande e a interagire continuamente con la piccola. Ma è un compito che, seppur faticoso, mi assumo molto volentieri”.

 

I precedenti contributi:

Francesco Misurelli, Beko

Alessio Villa, Haier

Lorenzo Comaschi, Miele

Nico Trotta, Karcher

Alberto Di Luzio, Midea

Massimiliano Giorgino, Vesit

Paolo Lioy, Whirlpool

Francesco Salza, LG

Manuela Soffientini, Electrolux

Sabrina Zara, Haier

Sergio Buttignoni, LG

Matteo Frattino, Electrolux

Marco Imparato, APPLiA