TV OLED di LG: crescita inarrestabile

Federico Faravelli, Home Entertainment Sales Director di LG

Il mercato dei TV OLED cresce di anno in anno per merito soprattutto di LG che ha creato questo segmento e che ha risvegliato il consumatore più esigente. Ne abbiamo parlato con Federico Faravelli, Home Entertainment Sales Director di LG che ha sottolineato l’importanza dei retailer nel trasferire al consumatore finale le innegabili eccellenze audio e video di questi televisori.

Iniziamo parlando della tecnologia OLED. Quali sono le sue peculiarità?
Facciamo una premessa. Quando parliamo di OLED, parliamo di un televisore Premium che ha delle caratteristiche intrinseche che la tecnologia LED da sola non è in grado di garantire. Fin dal suo lancio sul mercato, la campagna si è focalizzata sulla capacità di riprodurre neri perfetti, la cosiddetta immagine cinematografica che implica una visione più realistica dei colori. Da prodotto di nicchia, a distanza di sei anni, l’OLED è entrato nelle opzioni di scelta dei consumatori e rappresenta circa il 15% del mercato in Italia con un tasso di penetrazione inarrestabile. All’interno di questo segmento, l’azienda è il player di riferimento tanto che un televisore OLED su 2 venduto in Italia è a marchio LG.

La crescita è dovuta anche ad un prezzo più abbordabile?
Il prezzo medio dei televisori in Italia nel 2019 è sceso rispetto all’anno precedente e – in linea con il mercato – anche il segmento OLED ha subito un ridimensionamento, rendendo questa tecnologia più accessibile ad un maggior numero di persone.

Avete in previsione un ampliamento della gamma?
Oltre ai 55, 65, 77 e 88 pollici, presto saranno disponibili anche i pannelli OLED per TV da 48”. È annuncio recente, infatti, che la nostra consociata LG Display introdurrà nel 2020 questo nuovo formato in grado di garantire la stessa qualità d’immagine dei tagli di maggiori dimensioni. Questo perché è pur vero che c’è un trend che va verso polliciaggi importanti ma c’è anche una fetta di mercato composta da utenti che vivono in spazi ridotti e desiderano comunque un prodotto di qualità.
Oltre all’OLED, abbiamo inserito nella nostra offerta 2019 la tecnologia NanoCell e l’Ultra HD, che ha migliorato e perfezionato la tecnologia LED.

Come valorizzare queste tecnologie nel punto vendita?
Il punto vendita rimane l’anello di congiunzione tra l’industria e l’utente finale. Noi lavoriamo con le principali insegne sul territorio con le quali abbiamo costruito un rapporto di collaborazione per far vivere all’utente finale la migliore esperienza audiovisiva possibile. All’interno del punto vendita abbiamo delle aree dedicate ai nostri prodotti più rappresentativi che sono accesi e funzionanti e consentono all’utente finale di sperimentare la compatibilità con gli assistenti vocali o l’uso di telecomandi innovativi.
Non è scontato, anche perché è un’esperienza che non si può ricreare con l’online. Inoltre, con alcuni partner stiamo cercando di realizzare dei percorsi in store immersivi ricreando un’esperienza il più vicina possibile a quella vissuta tra le mura domestiche.

Leggi l’intervista sul numero di marzo della rivista.