Elica, affrontare il Coronavirus nel modo giusto

Mauro Sacchetto, ad di Elica

La multinazionale di Fabriano Elica, con quasi mezzo miliardo di fatturato, sta affrontando l’emergenza Covid-19 con grande determinazione e responsabilità sociale. Lo riferisce oggi il Corriere della sera, citando il grande sforzo in programmi di welfare dell’azienda: copertura assicurativa per eventuali dipendenti colpiti da ricovero (che garantisce, oltre ad un’identità, una colf, una baby-sitter, e perfino la consegna della spesa a domicilio), e smart working (e quando non è possibile, riorganizzazione degli spazi e dei processi in fabbrica).

Mauro Sacchetto, da appena un anno ad di Elica, non ha incertezze sui programmi del suo Gruppo in continua crescita (ricavi 480 milioni di euro, +1,6%, Ebitda del 12,7%): «Siamo leader in Europa, ma il nostro mercato è il mondo. In Francia abbiamo quote di mercato maggiori che in Italia e siamo presenti in modo capillare anche in
Germania. Ci concentreremo in Usa e Cina dove siamo presenti con una fabbrica e un marchio cinese. E stiamo lavorando per sbarcare a
Shangai, Shenzen e Hong Kong. Assistiamo a due trend il primo, legato alla diffusione dell’Internet delle cose e degli home appliances, quindi cappe e piani cottura
capaci di comunicare con il
resto della casa. Il secondo le-
gato all’abitazione. Una volta
le cucine erano un luogo
chiuso, ora sono un elemento
centrale della casa».