Argoclima: da sempre un big player del comfort italiano

Alessandra Jemmi, Direttore Commerciale Italia, canale consumer di Argoclima

Anticipiamo un frammento dell’intervista rilasciata da Alessandra Jemmi, Direttore Commerciale Italia, canale consumer di Argoclima, che sarà pubblicata integralmente sul prossimo numero di eldomtrade.

Come si è chiuso lo scorso anno per Argoclima e come sta andando il 2020?
Lo scorso anno si è chiuso con ottimi risultati, complice anche la stagione estiva che ha registrato temperature da record. La nostra offerta ha saputo soddisfare le richieste del mercato, per vastità e profondità di gamma. Nella climatizzazione il marchio Argo gode di un’heritage importante: lo scorso anno abbiamo festeggiato novant’anni del brand ed è stato un passaggio importante per ripercorrere le tappe più significative dell’attività aziendale e renderci maggiormente consapevoli del ruolo che Argo ha avuto nella storia del comfort italiano. Innovazione, ricerca, qualità e sicurezza sono quei valori fondamentali che da sempre ci accompagnano.  
Il 2020 non è iniziato nei migliori dei modi, per ovvie ragioni, ma fortunatamente l’impatto sulla nostra programmazione è stato minimo. Stiamo procedendo normalmente, certo con qualche accorgimento organizzativo, ma nulla che limiti o cambi il normale iter delle attività.

In che cosa i vostri apparecchi per il clima differiscono da quelli della concorrenza?
La nostra capacità di essere vicini ai punti vendita ci consente di formulare un’offerta sempre più adeguata, insistendo sui valori più importanti che da sempre ci contraddistinguono: Eco, Smart, Sicurezza, Qualità e Design.

Quali novità avete introdotto negli ultimi anni a livello tecnologico ed estetico?
A livello di prestazione di prodotto, sicuramente aver adottato il gas meno impattante R32 per i fissi e l’R290 per i portatili ha favorito la sensibilizzazione sulla tematica ambientale anche dei nostri clienti e di conseguenza una leva in più per il sell-out; l’inserimento dei moduli WiFi, nella maggior parte dei casi di serie, ci ha resi Smart in accordo con la generale tendenza di rendere tutto maggiormente controllabile da remoto; l’incremento delle funzioni, in un’ottica di efficienza e contenimento dei consumi; l’aumento della profondità di gamma, per soddisfare appieno le richieste di mercato che si fanno sempre più diversificate.
Sul fronte del design la nostra attenzione si esprime nel selezionare prodotti la cui estetica rispecchia, in qualche modo, i cambiamenti di stile e gusto dell’interior design, perché in fondo questi apparecchi vanno posizionati nelle nostre abitazioni.

Quanto conta oggi il design in un apparecchio della vostra categoria?
Conta moltissimo. Appurata la presenza di specifiche caratteristiche, anche premium, legate alla funzione, il consumer è sempre più attento al design, alle linee compatte, alla qualità dei materiali, delle finiture e alla cura dei particolari, tutte caratteristiche di assoluto valore.

Quali sono i punti di forza della vostra politica commerciale e i vantaggi che offrite ai vostri partner del trade?
Presenza capillare sul territorio, vicinanza alla clientela con una fitta rete di nostri agenti, sempre presenti nei punti vendita, pronti a cogliere i feedback dal mercato.
Questo è il nostro vero obiettivo: riuscire a soddisfare al massimo le necessità del consumer; per riuscirci è importante monitorare i cambiamenti in atto, rimanere sempre sintonizzati sul trend dei consumi.

Come viene percepito il vostro brand e quali valori volete che gli vengano associati?
Lo scorso anno abbiamo realizzato un sondaggio dal titolo “I Love Argo” proprio sulla percezione del brand. Le risposte ottenute hanno definito ARGO: per il 35% degli intervistati affidabile, per il 20% di qualità, per il 12% di design, per il 10% efficiente, per il 9% tecnologico, per il 9% performante, più un 5% che ne ha attribuito altri valori.
Possiamo essere soddisfatti del risultato poiché corrisponde ai nostri obiettivi strategici.