Sony – «L’audio dei TV è importante quasi quanto la qualità d’immagine»

Giuseppe Calì, Product Marketing Manager del comparto TV di Sony
Giuseppe Calì, Product Marketing Manager del comparto TV di Sony

La qualità di un televisore si misura anche sull’audio: molti modelli offrono soluzioni tecnologiche in grado di riprodurre in casa i suoni della sala cinematografica. Ne abbiamo parlato con Giuseppe Calì, Product Marketing Manager del comparto TV di Sony.

Come sta evolvendo l’audio dei televisori moderni?
Siamo in una fase di riscoperta dell’importanza dell’audio all’interno dell’esperienza televisiva. È una riscoperta per il mercato, ma non per Sony: per noi l’audio è sempre rimasto al centro del nostro progetto di rendere il televisore un’esperienza di fruizione completa, oltre che il prodotto tecnologico più importante che troviamo in casa.

Quali le vostre soluzioni più recenti?
Tre anni fa con il nostro OLED A1 abbiamo rivoluzionato l’idea di TV grazie a 3 semplici idee: qualità video, design e qualità audio, appunto, grazie alla nostra tecnologia proprietaria Acoustic Surface. Questa tecnologia studiata appositamente per i pannelli organici (OLED) permette di emettere l’audio direttamente dallo schermo grazie alla presenza di appositi trasduttori che creano il suono facendo vibrare in maniera invisibile il pannello del TV, mentre il Subwoofer integrato nel piedistallo si occupa delle basse frequenze. Quale beneficio per il consumatore finale? Audio e immagine in perfetta armonia per una qualità audio senza precedenti in un televisore e un’esperienza immersiva di stampo cinematografico.
A partire da questo 2019 abbiamo iniziato a introdurre qualcosa di simile anche nel mondo LCD tramite l’Acoustic Multi-Audio: il beneficio per il consumatore è simile, ma le tecnologie sono decisamente diverse ed ognuna è pensata appositamente per il proprio pannello di riferimento.

Dove sta andando la ricerca?
Verso l’adozione di nuovi standard di ascolto (ad esempio il Dolby Atmos) per un audio sempre più multidimensionale, immersivo e con un occhio al design: gli speaker devono integrarsi alla perfezione all’estetica del tv ed essere poco visibili.

È ancora necessario integrare il televisore con qualche tipo di diffusore audio esterno, come per esempio una soundbar o altro?
Dipende da cosa cerca l’utente: i nostri TV OLED dotati di Acoustic Surface (e Acoustic Surface +) offrono un’esperienza paragonabile a un discreto impianto audio. Ma se invece siamo amanti di un sistema Home Theatre 5.1 (o addirittura 7.2) naturalmente abbiamo bisogno di essere supportati. In questa direzione i nostri TV OLED AG9 e anche i nostri TV LCD Premium XG95 offrono la modalità Centre Speaker.
Grazie a questa modalità, un TV da 55 pollici o più può essere utilizzato come canale centrale dell’impianto Home Theatre preesistente, con un notevole beneficio in termini di resa sonora, soprattutto delle alte frequenze.

Quanto è importante la qualità dell’audio per la riuscita di un buon televisore?
Da almeno 5 anni sviluppiamo le nostre gamme con l’obiettivo di produrre innovazione lungo le 4 direttive di Video, Audio, Design, User Experience: per noi l’importanza dell’audio è molto vicina a quella del video. Abbiamo nel nostro DNA la produzione cinematografica e anche quella musicale, l’audio fa parte del nostro DNA. Il nostro nome d’altronde deriva dalla parola latina “sonus” (suono in italiano).

E quanto è importante l’audio per l’acquisto di un televisore da parte del consumatore?
Il consumatore acquista quello che il mercato offre. Lo sviluppo dell’LCD ha visto un peggioramento dell’esperienza audio nel TV, a favore di un design più sottile e meno impattante per gli ambienti domestici. Come conseguenza, negli anni si sono registrati commenti negativi da parte dei consumatori (audio con gamma dinamica molto limitata ed utilizzo di speaker stereo non front-firing). Oggi, per fortuna, ci sono TV con tecnologie che garantiscono un ottimo audio, come detto prima. In altri casi, le Soundbar possono rappresentare un ottimo compromesso.

La qualità dell’audio è un fattore su cui puntare in fase di vendita?
Per noi è un fattore importante quasi quanto la qualità d’immagine. Proviamo sempre a raccontare il TV nella sua interezza e l’audio fa parte da sempre delle nostre priorità, dallo sviluppo del prodotto alla sua promozione.

 

Leggi lo speciale pubblicato sul numero di febbraio della rivista.