Come ogni anno, il CES di Las Vegas ci avvicina al futuro

CES
Courtesy of CES

Se è pur vero che le innovazioni più spinte, in tema di elettronica di consumo, giungono quasi tutto l’anno è indiscutibile che il CES di Las Vegas (quindi all’inizio di ogni stagione di vendita) e l’IFA di Berlino (ormai alla fine, perché settembre significa ormai volgersi al Natale) rappresentano i punti di riferimento per il mercato dell’elettronica di consumo e dell’elettrodomestico più in generale.

Massimo Moscati, direttore editoriale divisione Home Appliances World

Per fare un veloce condensato di quanto è stato mostrato a Las Vegas non c’è che l’imbarazzo della scelta. Certo, per gli scettici cronici l’offerta non ha rappresentato una vera svolta nel futuro; per i più malleabili il futuro è già iniziato.

Per esempio, è stato possibile ammirare l’evoluzione degli attuali assistenti vocali (Alexa &Co): Samsung ha proposto NEON, un’infrastruttura di cloni degli utenti mediante una procedura di immagine riflessa, che però assumono… vita propria (per quanto sullo schermo). Questi alter-ego ci aiuteranno ad essere meno soli? Si pensa ad un uso alla Westworld: assistenza agli anziani, guide turistiche, intrattenimento più vario…
C’è, ovviamente, un nuovo servizio cinematografico in streaming concepito esclusivamente per smartphone (da Jeffrey Katzenberg, l’ex socio di Steven Spielberg). Farà la fortuna degli ottici?
Dopo smartphone e tablet, sono stati presentati i primi pc pieghevoli con tastiera virtuale. Ma anche televisori 8K, con lo schermo che ruota come uno smartphone (proprio per imitarne la fruibilità in tema di SmartTv): ed è ancora una volta Samsung che propone questa “social Tv”.
Per chi pensa, poi, di avere una dotazione di elettrodomestici in cucina all’avanguardia dovrà ricredersi. LG ha esibito COLUMN GARDEN (una specie di frigorifero gigantesco), un sistema modulare in grado di coltivare 24 piantine con l’ausilio di luci Led, circolazione d’aria forzata e la tecnica di coltivazione idroponica per una crescita veloce degli ortaggi: fruttivendolo addio!
Ritornando, poi, ai Tv grande interesse ha destato il 55’ OLED LG trasparente che può essere utilizzato come un pannello divisorio di ambienti: tutto ciò che è situato dietro al pannello resta visibile. Ottima soluzione per un’esposizione nel punto vendita.

Ma CES significa anche grandi opportunità per il “made in Italy”, considerato che quest’anno ben 50 startup innovative sono state selezionate per partecipare all’evento, operanti nei settori Smart home, Wearable, Health & Wellness, Vehicle, e-Commerce/Enterprise.

Ovviamente queste brevi righe non possono restituire la porta del CES di Las Vegas, fra l’altro sempre più orientato sul versante automotive: ci abbiamo provato, tuttavia, postando numerose notizie sul nostro sito durante la kermesse.