CES 2020 – I nuovi TV Samsung

qled 8k samsungAl CES di Las Vegas, Samsung Electronics ha presentato in anteprima la sua ultima gamma di televisori: QLED 8K, MicroLED e Lifestyle TV. Attraverso l’introduzione di nuove dimensioni dei display, capacità di upscaling IA 8K, tecnologia innovativa di orientamento del display, con la nuova gamma 2020 Samsung intende ridefinire le caratteristiche di immersività e sovvertire il concetto di integrazione domestica.

«Ogni giorno i consumatori usano da casa i propri televisori per lavorare, per fare esercizio fisico e persino per fare acquisti. Mentre il nostro stile di vita continua ad evolversi, lo schermo TV si evolve con esso per fornire agli utenti l’accesso ai contenuti preferiti e alle informazioni in tempo reale, quando e dove vogliono – ha dichiarato Jong-hee Han, President of Visual Displays at Samsung Electronics –. In linea con la nostra vision ‘Screens Everywhere’, siamo entusiasti di offrire una più vivida e connessa esperienza di visualizzazione da casa incorporando nei nostri display funzioni abilitate all’IA e tecnologia 8K».

Nei QLED 8K arriva il processore AI Quantum 8K
Samsung Q950TS QLED 8K TV è il nuovo top di gamma che combina un form-factor ultra-sottile, una qualità d’immagine premium 8K e un audio surround. Inoltre, introduce l’Infinity Screen, in cui le cornici sembrano scomparire. Il risultato è un’esperienza visiva ancora più coinvolgente perché si eliminano i confini tra il TV e l’ambiente circostante. presenta un rapporto screen-to-body del 99%.

Samsung non esita a dire che Q950TS offre la migliore qualità d’immagine LCD sul mercato. Il nuovo processore AI Quantum Processor 8K, offre funzionalità integrate di upscaling IA 8K e di deep-learning in grado di convertire automaticamente e fedelmente i contenuti non 8K in una risoluzione 8K. Con la funzione Adaptive Picture, ottimizza lo schermo sia in base alle condizioni ambientali sia alle singole immagini. AI Quantum aiuta anche a potenziare Tizen, la piattaforma di smart home aperta di Samsung, consentendo agli utenti di sperimentare una migliore qualità dell’immagine, una maggiore fruibilità e di disporre di altre funzioni domestiche collegate.

L’ecosistema 8K continua a espandersi per fornire una riproduzione di contenuti 8K, anche da provider come YouTube, senza interruzioni. L’adozione del codec AV1 permette una migliore velocità di compressione e consente il supporto della tecnologia HDR10+, della dimensione dell’immagine, dell’ottimizzazione della luminosità e del rapporto di contrasto.
E a partire dal perfezionamento della qualità dell’immagine si aggiungono le caratteristiche audio premium del QLED 8K – Q-Symphony, Object Tracking Sound (OTS) e Active Voice Amplifier. Queste nuove funzioni sono volte a offrire un audio dimensionale e dinamico che corrisponde alle esperienze di visione su grande schermo. Inoltre, quando abbinati alla soundbar HQ-Q800T gli altoparlanti del televisore si sincronizzano per fungere da canale audio aggiuntivo e creare un ambiente sonoro più dinamico.

Da rimarcare inoltre che ogni modello della nuova gamma soddisferà i requisiti di 8K Association’s Certified Test Specifications così come della CTA 8K Ultra HD Display Definition

Al CES d Las Vegas Samsung ha reso noto anche che la sua prossima linea di televisori QLED 8K 2020 sarà dotata di sintonizzatori ATSC 3.0. Progettato per inaugurare una nuova era di trasmissione televisiva via etere, questo standard di trasmissione offre ai consumatori una risoluzione più elevata, un audio più realistico ed esperienze interattive.
Uno dei principali benefici apportati da Nextgen TV powered by ATSC 3.0, rispetto all’attuale standard ATSC 1.0, è la capacità di ricevere e riprodurre contenuti con risoluzione fino a 4K, piuttosto che solo il Full HD attualmente disponibile. Questo garantisce ai TV Samsung QLED 8K di riprodurre trasmissioni e contenuti 4K quando i segnali vengono trasmessi.

Oltre alla vivida risoluzione, Nextgen TV intende garantire un’esperienza audio più coinvolgente e realistica. Le sue funzioni Multi-Channel Object Audio e Dialogue Enhancement offrono agli utenti un suono più forte e chiaro che consente un’esperienza immersiva in aggiunta al tradizionale suono surround.

Samsung MicroLEDMicroLED, la nuova era dell’entertainment domestico?
Samsung ha introdotto il MicroLED modulare home-ready, che combina la tecnologia degli schermi di nuova generazione con funzionalità di personalizzazione senza precedenti.
Con display da 75, 88, 93, 110 e 150 pollici, i modelli MicroLED si adattano a diversi ambienti e stili di vita. I nuovi modelli MicroLED da 88 e 150 pollici introducono design ultra-sottili, rimuovendo tutti e quattro i lati delle cornici per una finitura che si fonde con qualsiasi parete. Gli utenti possono inoltre collegare tra loro più pannelli MicroLED per creare nuove combinazioni e adattare il televisore ad uno spazio specifico.
I display MicroLED, sostiene Samsung, offrono la migliore qualità d’immagine della categoria, maggiore profondità, migliore risoluzione e maggiore chiarezza, oltre a una luminosità di picco di 5.000 nits. Sfruttano poi le capacità di upscaling basate sul deep learning per fornire contenuti di altissima qualità, indipendentemente dalla sorgente.

Samsung The SeroPiù possibilità di visione con “The Sero”
Samsung sta inoltre ampliando il suo portafoglio di Lifestyle TV con The Sero (in coreano significa verticale), che può ruotare in orizzontale o in verticale come uno smartphone o un tablet. Dopo il suo lancio iniziale in Corea del Sud lo scorso anno, Samsung è pronta a rendere disponibile The Sero in diversi paesi nel mondo nel primo trimestre 2020, compresa l’Italia.
La tecnologia di orientamento del display di The Sero si allinea con i dispositivi mobili per visualizzare i contenuti in modo naturale e uniforme nei tradizionali formati orizzontali, così come nei formati verticali progettati per il consumo da mobile. Gli utenti possono godere di una varietà di contenuti – compresi social media, YouTube e altri video personali – in qualsiasi orientamento del display rispecchi il proprio dispositivo mobile.

Fonte: Eurosat