Galimberti/Euronics – I sindacati indicono uno sciopero per garantire l’occupazione

euronicsAltre volte abbiamo parlato della crisi della società Galimberti/Euronics e dei suoi 11 negozi dislocati tra Veneto e Lombardia. La crisi perdura da molto tempo, tanto che dal 2013 ad oggi il personale è passato da 600 a 250 lavoratori. Nonostante gli ammortizzatori sociali, la società non ha saputo rilanciarsi sul mercato e si attende per il 9 gennaio la comparizione al Tribunale di Milano per decidere le sorti del Gruppo.

La speranza dei sindacati è quella di garantire l’occupazione: «Ci aspettiamo che le istituzioni coinvolte facciano il possibile per evitare il fallimento della società, prospettando una strada che dia una continuità ai rapporti di lavoro dei 250 lavoratori, attraverso il ricorso alla Cassa Integrazione Straordinaria per evitare situazioni già vissute in questo settore, con altri marchi e catene. La possibilità di accedere all’ammissione della procedura di Amministrazione Straordinaria, per la Filcams Milano deve essere una strada da percorrere con la finalità di dare una risposta ai lavoratori in termini di prospettiva occupazionale futura attraverso dei confronti serrati con il MISE».

Il 9 gennaio ci sarà un presidio davanti al Tribunale di Milano e uno sciopero dei dipendenti.