Lavastoviglie – Significativi risparmi di acqua ed energia

applia italia
APPLiA Italia riunisce le imprese che operano nel settore degli apparecchi domestici e professionali e che rappresentano oltre il 90% del mercato nazionale. L’associazione fa parte del Sistema Confindustriale ed è federata ad ANIE. È integrata nella rete europea di associazioni di categoria che costituiscono APPLiA (Comitato Europeo dei costruttori di Apparecchi Domestici) per gli elettrodomestici, ed EFCEM (European Federation of Catering Equipment Manufacturers) per gli apparecchi professionali per food service e ospitalità

Quando si propone una lavastoviglie built-in a un potenziale acquirente, è importante mettere in evidenza non solo i vantaggi in termini di comodità e minor fatica rispetto a lavare i piatti a mano, ma anche i benefici in fatto di risparmio di energia e acqua. Per fornire una corretta e puntuale informazione al consumatore, l’addetto alle vendite può fare riferimento agli ultimi dati messi a disposizione da APPLiA, che si riferiscono a uno studio svolto nel 2015 e tuttora utile per comprendere i concreti vantaggi derivanti dall’utilizzo della lavastoviglie. Secondo l’analisi, per lavare a mano la stessa quantità di stoviglie che comunemente è possibile inserire in una lavastoviglie (10/13 coperti) si consumano in media 2,5 kWh per lavaggio contro gli 0,96 kWh per ciclo effettuato dall’elettrodomestico. Quindi, a livello di consumo di energia, la differenza tra lavare la medesima quantità di piatti a mano o in lavastoviglie è mediamente di 1,54 kWh. Per quanto riguarda invece l’uso dell’acqua, sempre a parità di stoviglie trattate (10/13 coperti), il consumo medio di questa risorsa per lavare a mano è stimato in 110 litri per lavaggio contro i 9,80 litri per ciclo con la lavastoviglie: si tratta di una differenza di circa 100 litri d’acqua.

«Se aumentasse il tasso di penetrazione delle lavastoviglie avremmo evidenti risparmi in termini energetici e di consumi di acqua – commenta Marco Imparato, Direttore Generale di APPLiA Italia -. Auspichiamo quindi che le politiche europee e nazionali supportino l’adozione di tecnologie efficienti promuovendo nello specifico per tutti i consumatori il passaggio dal lavaggio a mano al lavaggio tramite lavastoviglie. È evidente poi che, oltre al positivo impatto ambientale, la “democratizzazione” del lavaggio porterebbe anche significativi vantaggi per l’industria in termini di livelli occupazionali».

Nel corso degli anni le lavastoviglie sono diventate sempre più efficienti (oggi ad esempio diversi modelli raggiungono la classe A+++ per l’efficienza energetica): aiutare il consumatore a leggere l’energy label, può essere uno strumento utile per fargli “toccare con mano” il livello di efficienza e performance dei nuovi prodotti, mostrando non solo la classe energetica ma anche il consumo di energia e acqua all’anno, oltre alla classe di efficienza di asciugatura.

Scendendo poi nel dettaglio delle innovazioni tecnologiche che permettono di effettuare lavaggi ecosostenibili, va evidenziato che oggi diversi modelli di lavastoviglie dispongono del programma Eco che consente di ottimizzare energia e acqua (ci sono prodotti che impiegano anche meno di 8 litri d’acqua per ciclo). Inoltre, l’uso di motori Inverter garantisce minori consumi di energia, così come la presenza di sensori integrati nell’apparecchio (che ne migliorano le performance legate ai parametri relativi al carico e al livello di sporco) permette di regolare in maniera intelligente l’utilizzo di risorse idriche e dell’elettricità. Anche l’impiego di getti ad alta pressione è un sistema efficace per ottenere risultati impeccabili senza dover utilizzare tempo e acqua per il prelavaggio, così come la disponibilità di programmi automatici, che adegua quantità dell’acqua, temperatura e durata del risciacquo in base al livello di sporco, permette di evitare inutili sprechi. Infine, ci sono prodotti progettati per l’allacciamento all’acqua calda generata ad esempio da pannelli solari, con una riduzione non solo dei consumi di energia ma anche del tempo rispetto a una lavastoviglie alimentata ad acqua fredda.