Cresce il marchio Xiaomi

XIAOMIXiaomi annuncia i risultati consolidati e certificati del terzo trimestre 2019 chiuso al 30 settembre 2019, dichiarando un fatturato totale di circa 53,7 miliardi di RMB, con un incremento del 5,5% rispetto all’anno precedente

L’utile netto rettificato è stato di 3,5 miliardi di RMB, con un incremento del 20,3% rispetto all’anno precedente. L’utile netto totale rettificato del Gruppo nei primi tre trimestri è stato pari a 9,2 miliardi di RMB, già superiore all’utile netto dello scorso anno.

Nel corso del Periodo, il Gruppo ha continuato ad operare con prudenza, migliorando costantemente la propria capacità di resistenza al rischio e ottimizzando significativamente l’utile lordo. L’utile lordo, pari al 15,3%, è aumentato del 25,2% rispetto all’anno precedente, raggiungendo 8,2 miliardi di RMB. La liquidità totale è stata pari a 56,6 miliardi di RMB.

«Dal momento dell’adozione della strategia dual core “Smartphone + AIoT”, il Gruppo ha fatto progressi continui con l’incoraggiante risultato di un’espansione della base utenti. Dopo essere stata inserita nelle classifiche Fortune Global 500 e Forbes Global 2000 del 2019, all’inizio di quest’anno abbiamo anche fatto il nostro debutto nella lista Fortune Future 50 e nella Top 100 Digital Companies stilata da Forbes, riflettendo il riconoscimento internazionale che Xiaomi ha ottenuto con la sua forza nell’economia digitale e la sua strategia di business -, dichiara Lei Jun, Founder, Chairman e CEO di Xiaomi. – In previsione della prossima era della tecnologia 5G, nel 2020, il Gruppo continuerà a focalizzarsi sui trend di mercato e ad operare con prudenza. Con cash flow e redditività sani e stabili, siamo pronti a cogliere e rispondere alle enormi opportunità di mercato che deriveranno dall’adozione diffusa del 5G, e prevediamo di lanciare sul mercato almeno 10 modelli di smartphone 5G nel 2020».