ECOVACS – Il settore ha un ampio margine di crescita

Matilde Mancon, Marketing Coordinator Italy ECOVACS Robotics
Matilde Mancon, Marketing Coordinator Italy ECOVACS Robotics

Marchio arrivato da poco in Italia, ma già molto conosciuto e apprezzato, ECOVACS sta conquistando i consumatori con i suoi evolutissimi robot per le pulizie domestiche, frutto di una lunga specializzazione nelle tecnologie robotiche, core business dell’azienda cinese, da gennaio presente sul nostro mercato anche con una filiale, che gestisce gli aspetti legati al marketing, alla comunicazione e alle vendite sul territorio. Matilde Mancon, Marketing Coordinator Italy ECOVACS Robotics illustra i vantaggi dei robot che l’azienda propone e la strategia adottata per promuovere la propria gamma di prodotti, che continua ad arricchirsi.

Come presenterebbe ECOVACS Robotics a chi non conosce l’azienda?
ECOVACS Robotics è un’azienda specializzata in applicazioni robotiche a uso domestico, delle quali segue tutte le fasi: dalle attività di ricerca e sviluppo, alla progettazione, produzione e vendita. In 20 anni di storia, la società ha avuto modo di maturare sia una profonda conoscenza delle esigenze dei consumatori in questo ambito sia un grande know-how tecnologico nel settore. Secondo il motto “Live Smart. Enjoy Life” fornisce prodotti innovativi che assistono i consumatori nei lavori domestici quotidiani, per offrire loro una vita più facile e piacevole.

Da quanto tempo il brand è presente in Italia?
Il primo approccio con il mercato italiano è avvenuto nell’ultimo trimestre del 2017. La filiale ECOVACS Robotics Italy è stata invece aperta a gennaio 2019, con l’obiettivo di potenziare la presenza e la comunicazione sul nostro mercato, che assieme a Germania, Spagna, e Francia è ora considerato un paese chiave per il nostro sviluppo in Europa. La centrale europea alla quale riportiamo direttamente si trova a Düsseldorf, in Germania.

Su quali modelli state concentrando la vostra offerta quest’anno?
Abbiamo una gamma abbastanza ampia, che va a soddisfare le diverse esigenze che ogni consumatore può avere; non a caso il nostro obiettivo è quello di offrire “un robot per ogni famiglia”. Quest’anno ci stiamo focalizzando in maniera particolare su una tecnologia unica sul mercato: la tecnologia OZMO™, da noi brevettata. Si fonda sulla combinazione di due fasi contemporanee di pulizia, l’aspirazione e il lavaggio, che avvengono in modo simultaneo grazie a un serbatoio dell’acqua situato nella parte posteriore del robot. Questa zona è dotata di una pompa a controllo elettronico che inumidisce costantemente un apposito panno – lavabile e riutilizzabile – secondo un flusso che può essere gestito direttamente dall’utente attraverso la nostra App e impostato basso, medio, alto o molto alto. In tal modo si rispetta anche la natura del pavimento stesso, che può essere più o meno delicato e più o meno sporco.
L’efficacia di questo sistema è stata comprovata anche da una serie di test effettuati dall’Hygiene & Microbiology Research Center in Giappone, paese dove l’elevato tasso di umidità crea un ambiente favorevole alla proliferazione dei batteri ed è quindi particolarmente adatto a testare l’efficacia di prodotti per la pulizia. Una serie di test effettuati in maniera scientifica hanno dimostrato che i robot ECOVACS dotati di tecnologia OZMO™ sono in grado di rimuovere la quasi totalità dei batteri, senza l’uso di alcun detergente.

Come si compone la gamma dei robot che si avvalgono della tecnologia OZMO™?
Abbiamo un range di prodotti, che andremo ad ampliare nei prossimi mesi con nuovi robot ancora più performanti e dal design più sofisticato. La gamma OZMO™ attualmente si focalizza su tre apparecchi principali, che si differenziano sostanzialmente per i contenuti tecnologici: si parte da un modello più economico, il DEEBOT OZMO Slim10, comunque molto performante, che va a soddisfare le principali esigenze di pulizia, fino ad arrivare a robot più sofisticati, dal posizionamento più elevato, come il DEEBOT OZMO 900, dotato di mappatura e capace di aumentare l’intensità di aspirazione dove serve. Il modello DEEBOT OZMO 930, invece, è il modello più avanzato e dispone di mappatura, sensori che riconoscono i tappeti e li evitano in fase di lavaggio, grande potenza di aspirazione.

ECOVACS non si ferma alla pulizia dei pavimenti, ma offre un aiuto anche per il lavaggio dei vetri…
Esatto. Attualmente abbiamo due robot in grado di lavare vetri e finestre in autonomia. Il primo che abbiamo lanciato è il modello WINBOT 950, che va alimentato con cavo di corrente e dispone di una batteria che entra in funzione solo in caso di black-out, per tenere l’apparecchio saldamente attaccato al vetro, evitandogli di cadere se viene meno la corrente elettrica all’improvviso. Il modello più recente WINBOT X, lanciato ad IFA 2018, si avvale invece di una batteria con 60 minuti di autonomia, permettendo all’utente di pulire anche finestre alte e di grandi dimensioni, perché non occorre più usare il cavo.

Come li state facendo conoscere ai consumatori finali?
Nel nostro mercato il consumatore è un soggetto che ancora va educato ad un nuovo modo di svolgere le pulizie domestiche. Proprio per questo cerchiamo innanzitutto di far parlare i prodotti stessi, attraverso video molto esplicativi, disponibili sul nostro sito e sui canali social. In contemporanea vogliamo condividere l’esperienza di chi il prodotto lo ha provato e ha potuto apprezzarne l’utilità e l’efficienza. Siamo infatti consapevoli che esistono siti di recensioni o Youtuber che godono di grande credibilità e sappiamo quanto i consumatori tengono in considerazione i loro pareri, proprio perché si fidano. Abbiamo anche organizzato un evento di lancio del brand in Italia a giugno dedicato a media e influencer, proprio per spiegare e dimostrare le potenzialità dei nostri robot.

A suo avviso, vedremo nuovi importanti sviluppi nel prossimo futuro per quanto riguarda il settore robotico per la casa?
Il settore ha visto già una grande crescita, ma ha ancora molto potenziale. Per quanto ci riguarda a breve integreremo nei nostri prodotti la tecnologia AIVI (Artificial Intelligence Visual Interpretation), già presentata sempre a IFA 2018. Si tratta di un sistema di intelligenza artificiale, che permette al robot di inquadrare e riconoscere diversi oggetti che può incontrare sul pavimento in modo da evitarli, ad esempio i cavi. In tal modo non serve più riordinare la stanza prima di pulire. L’analisi, inoltre, non viene fatta tramite cloud e non prevede alcuna condivisione di informazioni relative agli oggetti presenti in casa, che vengono identificati grazie a un data base presente nella memoria del robot.