Olimpia Splendid – Una user experience di grande qualità

dall'ombra olimpia splendid
Marco Dall’Ombra, Head of Sales and Marketing di Olimpia

L’offerta firmata Olimpia Splendid è vasta e declinata per canali distributivi. La sinergia con il trade e la possibilità di trasmettere al meglio le caratteristiche dei prodotti sono la chiave per far comprendere ai consumatori i vantaggi dei modelli di nuova generazione, come spiega in questa intervista Marco Dall’Ombra, direttore commerciale e marketing dell’azienda.

Quali sono i modelli destinati al canale retail su cui Olimpia punta maggiormente?
I nostri clienti del canale retail hanno accesso all’intera gamma Unico® che si compone di 22 diversi modelli, sia in versione solo freddo che pompa di calore. Fanno eccezione solo i modelli Unico® Pro e Unico® Tower che, abbiamo deciso, almeno in questa prima fase, di presentare unicamente ai clienti dell’area Export e al canale professionale nazionale, per saggiarne le reazioni.

Quali elementi tecnologici distinguono i vostri prodotti più evoluti?
Il primo fra tutti è l’efficienza, attraverso la quale potere offrire ai nostri clienti, bassi costi di esercizio. Realizzare dei climatizzatori efficienti non è mai semplice, ma nel caso dei climatizzatori senza unità esterna, questo esercizio è particolarmente complesso. Sono 8 i modelli inverter (uno dei quali in classe A+) presenti nella nostra gamma, tutti espressione di efficienza e ampia flessibilità di utilizzo. Un’azienda può distinguersi per i propri prodotti, ma non può limitarsi a questo. I clienti si attendono anche servizi all’altezza di un prodotto efficiente. Oggi questo significa connettività. Grazie all’App Olimpia Splendid Unico® wi-fi, offriamo ai nostri clienti una “user experience” di grande qualità già al momento della prima configurazione. La nostra App è configurabile anche tramite la connessione Bluetooth più rapida e semplice rispetto all’esecuzione della prima connessione attraverso la sola rete wi-fi.

Quanto conta attualmente l’elemento estetico in un climatizzatore e in quale direzione sta andando il design del settore?
Per noi, ogni prodotto deve essere bello, dal più semplice al più complesso. Non sono molti gli esempi di climatizzatori di design. Possiamo contarne qualcuno in più, se si includono quelli che le aziende auto-definiscono essere di design. Nel complesso, penso che il design vero sia ancora un forte elemento distintivo in un settore che ne parla molto, ma ne esprime poco.

In merito invece ai consumi e alla sostenibilità ambientale, quali sono gli ultimi obiettivi raggiunti dai vostri modelli più recenti?
Dell’efficienza abbiamo già parlato. La sostenibilità ambientale è un tema dai molteplici aspetti. Ne scelgo uno che ci è molto caro: il comportamento dell’utilizzatore. Un prodotto efficiente consuma più o meno energia in base a come è utilizzato. Mantenere – in estate – una temperatura interna che sia al massimo di sei gradi più bassa di quella esterna, è la prima condizione da rispettare per avere un ottimo comfort ambiente e un consumo contenuto. Tenere spento il climatizzatore quando si è fuori casa e accenderlo, tramite la App, poco prima di rientrare è un altro esempio di gestione sostenibile. Non sempre noi utilizzatori siamo così attenti. Per questo stiamo lavorando a una nuova generazione di prodotti che facciano tutto questo per noi.

Parliamo di distribuzione. Qual è a vostro avviso il canale che riesce a veicolare meglio i contenuti e le potenzialità dei prodotti per l’home comfort?
Non è il canale, ma sono le persone che fanno la differenza. Ci sono professionisti che, in ogni canale fisico, si relazionano con il cliente con passione, competenza e professionalità. Per questa ragione noi volentieri partecipiamo alle sessioni di formazione che i nostri clienti, in entrambi i canali, pianificano con la loro organizzazione vendite. Un’importante differenza che noto, tra il canale retail – all’interno del quale includo DIY ed e-commerce puro – e quello professionale, è che il primo è più efficace nella gestione della comunicazione online. La tecnica di comunicazione è indipendente dal target, sia esso B2C o B2B. Un installatore professionista, nella sua vita privata, è certamente un cliente retail, abituato allo stile di comunicazione di quel canale. Questo, la distribuzione professionale sembra non averlo ancora compreso.

Come si può migliorare la proposta di questi articoli ai consumatori finali?
Mostrando i prodotti. Il limite della proposta e-commerce è che non si può vedere il prodotto dal vivo. Quanti di noi utilizzano le informazioni relative a dimensioni e peso di un prodotto? Una parte non trascurabile, ma ancora di minoranza. Quanti di noi confrontano le dimensioni e il peso di due prodotti? Quasi nessuno e anche se qualcuno lo fa, tale confronto è poco realistico. Questo spiega perché il terreno sul quale i portali di e-commerce competono realmente non è il prezzo, ma la semplicità ed efficienza del servizio di reso del prodotto. Olimpia Splendid propone al mercato una gamma molto ampia e profonda di climatizzatori portatili e fissi. Ogni qual volta ce ne viene offerta l’opportunità, volentieri contribuiamo alla realizzazione di spazi dedicati all’interno del punto vendita, nei quali esporre l’intera gamma, l’unica che offre 3 anni di garanzia gratuita per portatili e fissi, con e senza unità esterna.

Come si muove Olimpia Splendid per supportare il trade?
Quando il cliente ce lo consente, oltre alla formazione della quale ho già parlato, cerchiamo di costruire con lui un’offerta multi-stagionale che punti al doppio obiettivo della fidelizzazione del cliente sia al punto vendita che alla marca. A questo tipo di proposta, la distribuzione indipendente, rispetto alle grandi catene, si dimostra molto più interessata.

Secondo voi, qual è la consapevolezza dei consumatori in merito ai benefici che si possono ottenere, a livello di benessere generale, con un climatizzatore di nuova generazione?
Massima. Il consumatore è molto informato. Arriva sul punto vendita ben documentato e con una solida opinione su marca, prodotto e prezzo, costruita grazie alle informazioni raccolte in rete.

Come si può accrescere e diffondere la conoscenza di questi vantaggi?
Penso che dal punto di vista della diffusione delle informazioni e della facilità nel reperirle, si sia già fatto moltissimo. Il compito dei produttori è di investire in ricerca per continuare a offrire nuovi vantaggi concreti ai propri clienti. Possiamo attenderci progressi costanti, ma modesti, nell’ambito dell’efficienza energetica. Molto ci si deve attendere dalla connettività intesa come strumento per accrescere l’intelligenza del climatizzatore. Già oggi la tecnologia ci consente di comprendere dove sia installato, in quali condizioni climatiche stia funzionando e se goda o meno di buona salute. Ordinare e aggregare queste informazioni con intelligenza è la chiave per offrire ai clienti, nuovi e concreti vantaggi. Olimpia Splendid sta iniziando a esplorare questo territorio d’innovazione, aprendosi sia a collaborazioni esterne che a capitali nuovi. Entrambi sono elementi indispensabili per riuscire in questa ricerca.