Xiaomi – Quando la community è alla base del successo di un brand

Davide Lunardelli, Head of Marketing Italia di Xiaomi
Davide Lunardelli, Head of Marketing Italia di Xiaomi

Secondo i dati IDC del Q1 2019, Xiaomi è il quarto produttore al mondo di smartphone con una quota di mercato dell’8%. Un successo strepitoso per l’azienda cinese nota in tutto il mondo non solo per gli smartphone ma per un’infinità di gadget tecnologici proposti a prezzo contenuto e per un modello di business basato (anche) su tanti punti vendita monobrand, i Mi-Store. Davide Lunardelli, Head of Marketing Italia di Xiaomi, ci spiega i motivi del successo del brand, che hanno certamente a che fare con la qualità dei prodotti e il prezzo corretto, ma anche con un particolarissimo rapporto tra l’azienda e la sua community, che se non “unico” è quanto meno molto raro: «Abbiamo recentemente festeggiato il primo anno italiano aprendo tre nuovi Store e incontrando di persona tantissimi nostri fan. Questa frase racchiude un po’ il segreto di quello che è stato il nostro successo finora: ci siamo concentrati nell’espandere la nostra presenza sul mercato per portare i nostri prodotti innovativi al maggior numero di persone e ai prezzi più accessibili. E poi ci siamo concentrati sulla caratteristica distintiva di questo brand, ovvero l’attenzione alla sua community: pochissimi altri hanno un rapporto così diretto con i loro fan». Se qualcuno si stesse domandando come funziona il meccanismo che trasforma i clienti in brand ambassador, può quindi osservare il lavoro di Xiaomi con la sua community: «Nel giro di un anno siamo arrivati a 40.000 iscritti sulla piattaforma di community online – spiega Lunardelli – in cui nascono le connessioni, ma soprattutto abbiamo 25 fan club su tutto il territorio che sono poi le situazioni in cui i rapporti tra i fan e l’azienda si consolidano. A questo rapporto molto stretto ci si arriva ponendosi allo stesso livello degli utenti, cercando di ascoltare la community e usando i canali di comunicazione in maniera aperta, non unidirezionale. Per noi è fondamentale la presenza sui social media per avere un rapporto diretto con i nostri fan più attenti: ci mettiamo in gioco direttamente, partecipiamo ai raduni, diamo la possibilità agli utenti di partecipare ai nostri eventi di presentazione. In pratica mostriamo agli utenti il lato umano dell’azienda».
Questo è il presente, ma a noi interessa anche un po’ il futuro, cioè il 5G, altro tema caldo in casa Xiaomi: «L’argomento è importantissimo per noi che facciamo dell’innovazione un valore portante. Stiamo lavorando sul 5G dal 2016, siamo stati i primi ad arrivare in Italia con un dispositivo compatibile, che è il Mi Mix 3 5G. Per noi è una parte fondamentale della nostra strategia e sarà fondamentale soprattutto con l’esplosione dei dispositivi connessi, dell’Internet of Things. Sarà l’abilitatore di una nuova ondata di tecnologia e noi vogliamo porci come il player che porta questa tecnologia a tutti».