In un anno, 167 ore davanti alla TV e 800 su internet da smartphone o tablet

Secondo i dati pubblicati dall’agenzia Zenith nell’edizione 2019 del Media Consumption Forecasts, il tempo trascorso dagli utenti su internet da mobile crescerà nei prossimi 3 anni dalle attuali 800 ore annuali a 930 mentre la TV, che si conferma il mezzo preferito, scenderà da 167 a 165 ore.

Dalla prima edizione dello studio pubblicata nel 2015, il tempo medio trascorso sui device mobili è aumentato da 80 a 130 minuti al giorno, con una crescita media del 13% annuo. Il ritmo, però, sta rallentando nonostante l’incremento del numero di smartphone anche nei Paesi in via di sviluppo (+8% tra il 2018 e il 2021) mentre il loro utilizzo rappresenterà nel 2021 il 31% del consumo globale dei media rispetto al 27% di quest’anno.

La TV si conferma il mezzo preferito a livello globale ma il tempo di fruizione scenderà lentamente a 165 minuti al giorno nel 2021 pur rappresentando il 33% della media consumption (in calo rispetto al 35% del 2019). In Italia si registra inoltre un aumento del numero medio di piattaforme digitali utilizzate, un fenomeno probabilmente legato all’approccio sempre più multichannel come dimostra il notevole balzo in avanti dei servizi VOD (come Netflix e Amazon Prime Video). Trainato dai video online e dai social media, il trend positivo della penetrazione digitale registra un +5,8% nel 2019 ed ha raggiunto a dicembre 2018 una reach mensile di 42,5 milioni di utenti unici da connessioni mobile (71% di reach mensile). In termini di prodotti e tecnologie, la ricerca vocale è la novità più apprezzata e utilizzata dai consumatori.

Fonte: Eurosat