Unieuro: la formazione è uno strumento competitivo

Paolo Botticelli, Human Resources Director di Unieuro
Paolo Botticelli, Human Resources Director di Unieuro

«La formazione -, dice Paolo Botticelli, Human Resources Director di Unieuro, – è lo strumento sul quale fondiamo la nostra competitività e professionalità. Nel corso degli anni è diventata una leva strategica via via sempre più importante poiché mette il personale nelle condizioni di svolgere al meglio il proprio lavoro, crea un’identità e una cultura aziendale omogenea e accompagna i percorsi di sviluppo professionale. Il nostro settore vive rapidi cambiamenti e diventa fondamentale essere in grado di assecondarli per perseguire il nostro obiettivo principale, che è quello di proporre ai clienti le migliori soluzioni tecnologiche presenti sul mercato, come, dove e quando vogliono».
L’inserimento dei dipendenti in azienda e la loro crescita professionale sono supportati tramite azioni formative mirate. «La nostra agenda, ogni anno, si arricchisce di progetti e di appuntamenti formativi che si differenziano per temi, metodologie didattiche e obiettivi. Nel corso degli ultimi anni abbiamo potenziato la formazione della rete vendita Unieuro e Unieuro City sviluppando le conoscenze relative al prodotto e le competenze dei nostri collaboratori in termini di cultura del servizio al cliente e tecniche di vendita. Il tutto, avvalendoci di metodologie didattiche differenti: dai webinar alle conference, dalle lezioni in aula alle iniziative di tutoring ed e-learning». «Ci avvaliamo frequentemente – prosegue Botticelli – di supporti esterni, primo fra tutti quello di SDA Bocconi, con cui abbiamo sviluppato un impegnativo progetto finalizzato alla formazione di direttori di negozi, direttori di funzione e area manager, ma è l’industria a ricoprire un ruolo tuttora centrale nella nostra offerta formativa». Ogni anno Unieuro chiede ai principali brand del mercato di partecipare agli staff training. Durante queste sessioni i commessi sono aggiornati sulle principali novità di prodotto nelle principali categorie merceologiche: bianco e incasso, piccoli elettrodomestici, consumer electronics, clima, accessori, games, telefonia e IT. «Questi momenti riscuotono sempre un enorme successo tra i partner, i formatori ed i nostri dipendenti perché ci forniscono strumenti indispensabili per migliorare l’accoglienza del cliente: l’obiettivo comune di tutti». I progetti formativi coinvolgono allo stesso modo commessi, store manager, area manager, category manager, buyer e direttori di funzione, «che insieme alla rete vendita sono il cuore pulsante del nostro business». Per i dipendenti di negozio sono previste tematiche più trasversali, come l’accoglienza e il servizio al cliente, volto alla sua soddisfazione, l’approccio omnicanale nel ciclo di vendita, sino a tematiche tecniche, legate alle novità di prodotto. Con il management si lavora su temi di quotidiano interesse, come people management, fino ad argomenti più verticali come l’organizzazione per processi. «Particolare attenzione è dedicata anche alla formazione sulle tematiche legate alla sicurezza – antincendio, primo soccorso, uso carrelli elevatori, sicurezza sul lavoro – e alle novità normative che si riflettono sulla nostra attività quotidiana, come il tema delle novità introdotte dal GDPR in ambito Privacy, per questo argomento sono stati pubblicati contenuti sulla rete Intranet aziendali e corsi tradizionali».