Kärcher, un successo all’insegna dell’innovazione

Massimo Catalini
Massimo Catalini, sales manager

Non tutte le aziende innovano allo stesso modo. Per Kärcher innovare non significa soltanto migliorare quello che c’è già, ma anche inventare quello che ancora non c’è, rispondere a nuove esigenze in ambito di cleaning, fornendo soluzioni di alto livello. L’azienda del resto sta lanciando prodotti domestici, nati dalla sua lunghissima esperienza nella pulizia professionale, con la volontà di portare nell’eldom soluzioni specifiche per il cleaning, realizzate con i migliori materiali e le tecnologie più evolute. Il lancio della lavasciuga FC 5 è stato un successo e ha sancito l’entrata ufficiale del brand nel mondo del domestico, dove oggi è presente in tutte le insegne, appoggiando il trade con un servizio di prim’ordine.
Nico Trotta e a Massimo Catalini, rispettivamente marketing e sales manager di Kärcher Italia illustrano alla nostra redazione gli sviluppi di questa strategia.

Nico Trotta, marketing manager

Negli ultimi anni stiamo assistendo a una crescita importante del segmento del cleaning domestico, grazie alle numerose innovazioni introdotte. Quali sono le novità più rilevanti proposte da Kärcher sul mercato italiano?
M.C. Il mercato del cleaning sta sicuramente vivendo un momento positivo grazie alle innovazioni introdotte negli ultimi anni e Kärcher, ormai da qualche anno a questa parte, sta contribuendo in maniera decisa con lo scopo di affermarsi sul mercato e diventare un punto di riferimento stabile per il trade. Abbiamo infatti generato distribuzione, proponendo prodotti che sono stati accolti con grande interesse e ammirazione dalla distribuzione specializzata in elettrodomestici, dalle lavasciuga pavimenti agli aspirapolvere cordless, dalla soluzione per la pulizia dei vetri ai pulitori a vapore per non parlare del lancio dell’ormai prossima piattaforma batteria del cleaning.

Veniamo a una delle principali novità lanciate da Kärcher recentemente: la lavasciuga pavimenti, un segmento che prima non esisteva… come è stato recepito dal mercato?
M.C. Tra le ultime novità che abbiamo presentato nell’ultimo triennio, la lavasciuga pavimenti FC 5 è senza dubbio la più apprezzata dal mercato italiano. Si tratta di un’innovazione in pieno stile Kärcher. L’azienda, infatti, ha una modalità tutta sua d’innovare, che non consiste nell’andare a migliorare prodotti popolari, già ampiamente diffusi, ma nel trovare nuove soluzioni, che non esistevano prima, per rispondere a ogni esigenza di pulizia. Tendiamo quindi a coprire nicchie di mercato che nel tempo diventano segmenti importanti del settore. Potremmo definirci “innovatori-inventori” e la nostra storia è ricca di esempi concreti. Basti pensare che nel 1984 abbiamo trasformato l’idropulitrice, apparecchio storicamente professionale, in un prodotto domestico, che oggi raggiunge milioni di pezzi venduti nel mondo. Ma questa è solo una delle nostre invenzioni: abbiamo inventato il robot aspirapolvere, la scopa elettrica senza fili e pochi anni fa abbiamo dato vita all’aspiragocce. Quest’ultimo ha avuto un discreto successo in Italia e un riscontro notevole all’estero dove, anche per ragioni climatiche, la pulizia dei vetri si effettua più frequentemente e con maggior accuratezza. Nel 2015 questo prodotto ha sfiorato i 5 milioni di pezzi, realizzati in Italia tra l’altro.
La lavasciuga, invece, è un apparecchio particolarmente indicato per il mercato italiano, dove la cura dei pavimenti si effettua più volte alla settimana.

Descriviamo i plus di questo prodotto…
N.T. Parliamo anzitutto di un altro apparecchio già molto diffuso in ambito professionale, che noi abbiamo voluto trasferire anche al domestico, dove va a costituire un nuovo segmento che prima non esisteva.
Attualmente la pulizia dei pavimenti in casa si effettua prevalentemente con strumenti, per così dire, rudimentali, che non garantiscono una reale igiene, perché in sostanza non si fa che riutilizzare lo stesso panno risciacquato in acqua sporca più volte. In tal modo lo sporco non viene eliminato, ma sparso su tutta la superficie. La lavapavimenti Kärcher FC 5, invece, è un apparecchio dotato di rullo-spazzole in microfibra che girano a 500 giri al minuto e raccolgono lo sporco, lavando nel contempo le superfici. A garantire la massima igiene è la presenza di un doppio serbatoio, uno che raccoglie l’acqua sporca e uno che eroga solo acqua pulita, in modo da lavare la superficie solo con quest’ultima.
Le rullo-spazzole, infatti, vengono sempre inumidite con l’acqua pulita e una piccola quantità di detergente: in tal modo il pavimento viene accuratamente lavato, mentre la microfibra va a trattenere lo sporco superficiale. Ma non è tutto: l’altro grande vantaggio è che le spazzole non vengono bagnate eccessivamente, ma quanto basta per far sì che dopo la pulizia il pavimento si asciughi in pochi minuti, senza più bisogno di attendere lunghi tempi di asciugatura. L’FC 5 dispone inoltre di un aspiratore che asporta lo sporco nell’apposita vaschetta di raccolta. Le rullo-spazzole escono così sempre pulite. Sintetizzando, dunque, il prodotto esegue tre operazioni in una: raccoglie lo sporco, lava la superficie e l’asciuga.

Che tipo di manutenzione richiede?
N.T. Decisamente contenuta: a fine lavaggio, il serbatoio e le varie componenti si rimuovono con estrema facilità per essere velocemente risciacquate e rimontate. Le rullo-spazzole possono essere lavate sotto l’acqua corrente, ma anche in lavatrice, se necessario.

Come è stato accolto questo prodotto dal trade e che risultati ha ottenuto dal suo lancio a oggi?
M.C. Con molto interesse e curiosità ma soprattutto con la convinzione che si trattasse di un prodotto all’altezza delle aspettative come tutto il resto della gamma Kärcher, un concetto davvero nuovo. Grazie alla ristrutturazione della forza vendite è stata consolidata la copertura distributiva del brand con ottimi risultati, raggiungendo un’elevata percentuale di realtà distributive su tutto il territorio. Posso dire, davvero, che tutti gli operatori del retail ci hanno supportato con grande convinzione. Un ottimo risultato, considerato che il cleaning è un comparto molto consolidato nella distribuzione italiana di elettrodomestici, dove da anni sono presenti brand e prodotti storici. Inserirsi con un marchio noto, ma poco presente nel canale, e con una nuova tipologia di prodotto poteva non essere facile.

Come trasferite ai consumatori i vantaggi e le caratteristiche dei vostri prodotti?
M.C. Il target di riferimento è un consumatore che ama scegliere per la sua casa una soluzione alle proprie esigenze quotidiane in prospettiva di un utilizzo duraturo e affidabile. Per trasferire questi concetti, formazione e dimostrazione sono alla base del progetto di sviluppo della categoria, vengono organizzate sessioni formative centralizzate, nei singoli punti vendita e attraverso piattaforme di e-learning. Un impegno non indifferente anche a livello economico, ma nel quale crediamo fermamente.
Oltre alla formazione, abbiamo avviato un progetto legato alla realizzazione di dimostrazioni sul punto vendita con promoter preparati, perché un prodotto come la lavasciuga pavimenti ha davvero bisogno di essere visto e spiegato per comprenderne i vantaggi e l’utilità. Stiamo poi lavorando a un progetto di visibilità per mettere in risalto questo nuovo segmento, che oggi conta già tre modelli.

Quali sono e in cosa si differenziano?
N.T. Il primo prodotto lanciato è stato l’FC 5 a filo e dato il successo di questa prima versione, abbiamo esteso la gamma per andare a coprire ogni tipo di esigenza a cui questo segmento può rispondere. Il nostro costante obiettivo, infatti, è coprire ogni nicchia di mercato, non semplicemente rendendo lo stesso modello più performante, ma andando ad aggiungere funzionalità nuove. Così alla lavasciuga FC 5 abbiamo aggiunto la FC 3 Cordless, una macchina più semplice e snella della prima e senza fili. Una delle sue principali peculiarità è la capacità di funzionare in posizione orizzontale, andando così anche sotto i letti e i mobili. Ma non ci siamo fermati qui: abbiamo poi realizzato una versione cordless anche per l’FC 5, che è stata ulteriormente migliorata con una turbina più potente e con speciali accorgimenti nella bocchetta, che fanno sì che i capelli e il pelo di animali domestici vengano convogliati in apposite scanalature, senza andare ad attorcigliarsi nelle spazzole. Questo tipo di bocchetta può anche essere acquistata separatamente e applicata al vecchio modello che ne era sprovvista. La gamma include quindi tre macchine: l’FC 3 Cordless, la New FC 5 e l’FC 5 Cordless. E stiamo già preparando ulteriori novità, che al momento non posso anticipare…

Qual è l’attuale percezione del marchio Kächer da parte dei consumatori?
M.C. Kärcher è percepito come un brand di derivazione professionale che approda al domestico con estrema competenza e il primo a comprenderlo è proprio il consumatore. Questa derivazione è un’indiscutibile garanzia di solidità e performance, assicurata dall’uso degli stessi materiali e componenti che normalmente si adottano in ambito professionale, dove le macchine devono affrontare un lavoro ben più lungo e impegnativo rispetto a quello di una pulizia domestica. A questo elevato livello di qualità, aggiungiamo anche un servizio di assistenza a domicilio, che offre al trade e soprattutto al consumatore un notevole supporto e dimostra la nostra affidabilità ed efficienza.

 

Leggi l’articolo sul numero di giugno della rivista.