Elica – Convegno “Disegnare l’aria, l’aspirazione del design”

Invito elicaGiovedì 20 giugno alle ore 18.00, presso il suggestivo complesso Le Conce a Fabriano, si terrà il convegno “Disegnare l’aria, l’aspirazione del design”. L’evento è inserito all’interno del palinsesto di incontri della XIII edizione della Unesco Creative Cities Conference, organizzata a Fabriano, nominata Città Creativa dell’Artigianato da Unesco nel 2013. L’incontro sarà un’importante occasione di confronto tra Francesco Casoli, Presidente di Elica, Fabrizio Crisà, Global Design Director del Gruppo e Luciano Galimberti, Presidente di ADI che, moderati da Manuel Orazi, firma della casa editrice Quodlibet e docente di Storia dell’Architettura e della città a Ferrara, affronteranno il tema del rapporto tra design e territorio, delle sue sfide e opportunità.

Se è vero che spesso l’espressione, l’applicazione e le novità del design passano per i grandi centri urbani, è altresì vero che il territorio marchigiano e le diverse realtà industriali che lo abitano hanno saputo cogliere la sfida, portando all’interno di aree meno centrali un approccio innovativo, in cui il design rappresenta un elemento portante.

Il rapporto tra design e territorio diventa in Elica un binomio vincente, strumento principe per sviluppare i propri prodotti e portarli in un mercato internazionale. Non solamente un design estetico, ma anche funzionale, che vuole esprimere al meglio la completezza di oggetti di uso comune, semplici alla vista, ma complessi da un punto di vista strutturale, restituendo una dignità progettuale alla natura stessa dell’industrial design.

I grandi investimenti e gli sforzi fatti sono stati premiati negli anni con importanti riconoscimenti internazionali, per citarne alcuni: Red Dot Design Award, Iconic Award, Top Label di IF International Forum Design e molti altri. La consacrazione è arrivata poi nel 2018, quando il piano aspirante Elica NikolaTesla ha vinto il Compasso d’Oro, il più antico e autorevole premio mondiale di design, entrando a far parte di quella esclusiva selezione di oggetti riconosciuti da ADI come i migliori esempi di design italiano.

L’incontro è aperto al pubblico.