Editoriale – Sempre più specializzati

Massimo Moscati, Direttore Editoriale Divisione Home Appliances
Massimo Moscati, Direttore Editoriale Divisione Home Appliances

Con i nostri mensili eldomtrade e hafactory da molti anni forniamo uno spaccato puntuale sulla filiera dell’elettrodomestico (ma anche degli apparecchi professionali), che viene analizzata dallo sviluppo del singolo componente fino al prodotto finito pronto per essere acquistato dal consumatore finale. Angolazioni differenti – che partono dalla fabbrica sino a giungere alle modalità di marketing di vendita – per scomporre in infiniti contesti le molteplici tematiche dell’Appliance.

Non a caso il 9 e 10 maggio scorsi si è tenuta una due giorni al MiCo di Milano organizzata dalle nostre riviste, intitolata Atelier Appliances Match It 2019, i cui contenuti proporremo nei prossimi numeri in un ampio report che raccoglierà tutti i prestigiosi interventi emersi nei vari workshop organizzati.

Da sempre i nostri servizi sono corredati dai contributi degli specialisti di ogni settore, siano essi sotto forma di intervista o intervento diretto. Le redazioni, come consuetudine, elaborano spunti tematici, quindi ne verificano la fattibilità e, soprattutto, l’utilità.

Con l’ingresso, come consulente scientifico delle nostre riviste, del professor Matteo Ingaramo – direttore generale di POLI.design – abbiamo deciso di imprimere un’accelerazione al nostro lavoro di “ritrattisti dell’esistente” per avvalerci del suo aiuto “dal di dentro” e non, come spesso accaduto, “dall’esterno” con un’intervista. Come recita la mission del POLI.design “il design rappresenta una risorsa in grado di orientare le società e i sistemi produttivi verso nuovi modelli di sviluppo; è inoltre risorsa decisiva oggi per affermarsi nella competizione mondiale, nel rispetto delle identità e delle diversità. Il design è un motore di crescita in grado di orientare le scelte singole e collettive”.

I mutamenti in atto nel comparto, e non sempre ottimistici, di questi ultimi anni sono stati innumerevoli e repentini. Pensiamo che la sintesi fra uno sguardo giornalistico e scientifico possa aiutarci a meglio comprendere questi fenomeni, anticiparli, permetterci di delinearne gli sviluppi futuri. In breve, di fornire un servizio più puntuale per i nostri lettori.

Facendo un po’ il verso al titolo originale di un classico del cinema contemporaneo come Furyo di Nagisa Oshima (un plauso a chi lo ricorda), ci viene da dire “Welcome Mr. Ingaramo!”.