Packaging “parlante”: usarlo bene per fare la differenza

Edoardo Brianzi, CEO Bimar
Edoardo Brianzi, CEO Bimar

Arrivare al consumatore e fargli percepire le caratteristiche di un prodotto e di un’azienda è sempre più difficile, soprattutto in comparti dalla concorrenza agguerrita, come il piccolo elettrodomestico e la ventilazione.
In questo caso, l’attenzione al packaging può fare la differenza e riassumere in modo conciso e immediato il potenziale del modello. Non si tratta solo di riferire caratteristiche e funzioni, ma anche di trasmettere il livello qualitativo del prodotto e cosa lo si distingue dagli altri.
«Data la sempre minore disponibilità di personale pronto a spiegare i prodotti sul punto vendita – dichiara Edoardo Brianzi, CEO di Bimarabbiamo pensato di creare nuove modalità per raccontare in modo concreto e immediato le potenzialità e le modalità d’uso dei nostri modelli, soprattutto di quelli particolari, che necessitano maggiori spiegazioni. Abbiamo quindi lavorato assiduamente sulle informazioni da stampare sul packaging sia sulla realizzazione di una serie di video pubblicati su YouTube, sul canale Bimarspachannel. L’obiettivo di questa operazione è stato quello di trasmettere qualità e di far comprendere a colpo d’occhio i plus dei prodotti».
«Abbiamo studiato con cura anche il design degli imballi – spiega Brianzi – differenziando con colori precisi le nostre macro-famiglie merceologiche. Così tutti i nostri articoli per il riscaldamento hanno un packaging grigio e arancione, quelli della ventilazione grigio e azzurro, mentre la tonalità silver accomuna la confezione dei nostri prodotti IoT smart».
Al di là dell’impatto estetico ed emozionale, tramesso anche dalla rifinitura nera opaca, molto piacevole al tatto, scelta da Bimar per i propri imballi, il packaging dei prodotti dell’azienda, è accuratamente studiato per sintetizzare e mettere in risalto in modo immediato, le principali caratteristiche di ogni prodotto.
«I nostri sono veri e propri imballi “parlanti” – prosegue il CEO dell’azienda – che evidenziano con delle icone poste sotto la foto del prodotto, i principali argomenti di vendita. Ogni icona è poi, a sua volta, spiegata con una breve frase in italiano e inglese. Oltre a questi elementi, abbiamo inserito un QR Code, che rimanda in automatico al video con la dimostrazione dell’uso del prodotto».
Un’operazione a trecentosessanta gradi, quindi, che include diversi ambiti.
«Stiamo facendo molta comunicazione anche sul brand Bimar – conclude Edoardo Brianzi – anche attraverso una campagna televisiva in onda su La7, che vede come protagonista il primo termo-ventilatore smart modello HP120».
L’IoT è un settore nel quale l’azienda si sta concentrando con una gamma di prodotti sempre più ampia, semplice da usare e intuitiva.