Smalvic – In cucina convivono design e tecnologia

Paola Gasparini, amministratore delegato e direttore marketing di Smalvic
Paola Gasparini, amministratore delegato e direttore marketing di Smalvic

Quando si integrano mobili da cucina ed elettrodomestici si può mirare a un effetto di grande uniformità, senza necessariamente nascondere gli elettrodomestici. È questa la tendenza che evidenzia per il futuro Paola Gasparini, amministratore delegato e direttore marketing di Smalvic.

Si parla frequentemente di integrazione tra elettrodomestici e mobili della cucina: qual è la vostra opinione a tal proposito?
È una tendenza che si svilupperà ulteriormente, specialmente nell’alto di gamma. Qui design e tecnologia sono la parola d’ordine, e concepire lo spazio cucina e living come un unicum è uno dei capisaldi della progettazione. Integrare nello spazio cooking significa, dal mio punto di vista, far convivere gli elementi in modo intelligente, non necessariamente nascondere, cercando quindi soluzioni innovative. Anche nella cucina “normale” è in atto una progettazione che mira a integrare: non votata all’estetica in senso assoluto, ma alla ricerca di soluzioni pratiche, easy in tutti i sensi.

Ritenete che la diffusione in cucina di un numero crescente di elettrodomestici, nuovi tipi di prodotti e apparecchi con dimensioni non tradizionali spingerà a ripensare il design della cucina?
Le dimensioni “non tradizionali” di forni e piani cottura sono da sempre nel cuore di Smalvic: abbiamo in catalogo da tempo immemore i forni da 90 cm, ma anche da 45 o da 36 cm, e per i piani cottura… abbiamo davvero tutte le misure! Anche per quanto riguarda le cucine free-standing, il nostro blocco cucina Less è prodotto in 3 formati: 90, 120 e 150 cm. La nostra azienda ha scelto di avere una vasta gamma di misure e soluzioni (si pensi ad esempio al forno a gas) per essere competitiva nei mercati internazionali. In Italia le nuove misure “fuori taglia” sono frutto anche della tendenza che vede l’area cooking e il cucinare come il cuore pulsante della casa e che fa della cucina il luogo per eccellenza dell’aggregazione.

Quali sono i fattori che consentono una vera integrazione tra elettrodomestici e mobili da cucina per creare uno spazio omogeneo?
La componente estetica è molto importante, ma non bisogna dimenticare alcuni aspetti più tecnici come la compatibilità dei materiali utilizzati e le misure. L’inserimento dell’elettrodomestico deve essere fatto in modo razionale, tenendo conto delle esigenze dell’incasso e quindi distanze corrette, spazi per lo sfiato, materiali in grado di reggere un abbinamento funzionale… per noi l’integrazione in cucina non è solo una tendenza d’arredo.