Glem Gas – In futuro avremo elettrodomestici sempre più integrati alla cucina

Gaetano Lamanna, responsabile Divisione Arredamento di Glem Gas
Gaetano Lamanna, responsabile Divisione Arredamento di Glem Gas

Prosegue la nostra indagine tra le aziende per capire cosa significhi nel concreto integrare elettrodomestici e mobili da cucina. Le tendenze possono essere diverse: dalla realizzazione di un ambiente perfettamente omogeneo, al concepire uno spazio contraddistinto da un’armonia di contrasti. Ne abbiamo parlato con Gaetano Lamanna, responsabile Divisione Arredamento di Glem Gas.

Si parla frequentemente di integrazione tra elettrodomestici e mobili della cucina: qual è la vostra opinione a tal proposito?
Secondo noi si creerà una polarizzazione: da una parte avremo il mobile e l’elettrodomestico che si integreranno tra loro e troveranno nell’ambiente cucina, sempre più importante, un’armoniosa collocazione, mentre dall’altra parte prevarranno i contrasti che porteranno a far risaltare in maniera complementare l’elettrodomestico e il mobile. Da un lato, quindi, avremo la perfetta e completa integrazione dell’elettrodomestico con il mobile: in questo caso la tendenza è mantenere un design estremamente pulito ed essenziale dove le linee si fondono perfettamente tra loro. Dall’altro lato avremo invece una vera e propria “esplosione” di design, dove l’elettrodomestico diverrà protagonista dell’ambiente cucina e dove prevarranno i contrasti di colore. Qui avremo un prodotto che tenderà a essere sempre più personalizzabile e con un design estremamente accattivante. I colori e lo stile innovativo lo distingueranno e lo renderanno un elemento d’arredo pieno di carattere e funzionalità.

Ritenete che la diffusione in cucina di un numero crescente di elettrodomestici, nuovi tipi di prodotti e apparecchi con dimensioni non tradizionali spingerà a ripensare il design della cucina?
Certo, questa tendenza è già in atto da anni. Pensiamo solamente ai piani da 75 cm, una novità fino a 10 anni fa. Oggi ci sono piani a induzione da 78 cm e frigoriferi da incasso più alti degli ultimi standard. Si andrà verso una graduale ridefinizione delle dimensioni, anche in larghezza: ad esempio, si cominciano a vedere frigoriferi per mobili da 75 cm.

Quali sono i fattori che consentono una vera integrazione tra elettrodomestici e mobili da cucina per creare uno spazio omogeneo?
Purtroppo negli ultimi anni abbiamo visto sempre meno persone in grado di capire il mobile, la sua “anima” e il suo utilizzo. Si vedono apparecchi completamente discostati dalla realtà e dai bisogni della nostra epoca. Sembrano pensati da gente che non mette il naso fuori dai propri studi tecnici. Per fortuna, ci sono invece alcune aziende, come la nostra, che fanno del design unito alla praticità la loro ragione di essere, abbinando vision e mission in progetti dedicati che, lanciati sul mercato, ottengono grandi successi. Se dovessi riassumere tutto questo, direi che il fattore che consente l’integrazione è uno solo: il buon gusto.