MWC – Alcatel: innovazione alla portata di tutti

ALCATEL MWCNel mare magum del Mobile World Congress non tutti i brand puntano alla fascia premium. Alcatel va in un’altra direzione e svela tre nuovi modelli caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo, senza rinunciare a display con risoluzione HD+ o a funzioni innovative che sfruttano l’Intelligenza Artificiale.
Alcatel 3 (a partire da 179 euro) è un terminale 4g basato su un eccellente display Super Full View da 5,9” realizzato grazie al contributo con la casa madre TLC. In netta controtendenza rispetto alla maggior parte delle case, l’azienda decide di non rinunciare al notch, in compenso segue un altro trend in netta crescita nel mondo della telefonia, quello delle fotocamere multiple. Nel caso dell’Alcatel 3 ne troviamo una doppia, da 16 Megapixel (interpolati) e 5 Megapixel con effetto bokeh, a cui s’aggiunge un sensore frontale da 13 Megapixel (interpolati).

alcatel mwcProcessore potente e autonomia prolungata
L’Alcatel 3 è alimentato da un processore octa-core Qualcomm Snapdragon, tante le soluzioni tech destinate a facilitare lo scatto ai meno esperti: il re-focus automatico, le Google Lens, ma soprattutto l’Imaging Scene Detection che grazie al contributo dell’Intelligenza Artificiale riesce a modificare in tempo reale parametri come il contrasto, la saturazione e la luminosità, il tutto in base a 21 diversi scenari.
A questi s’aggiungono il riconoscimento facciale e un sensore di impronte digitali posto sul retro del case, la batteria da 3500 mAh in dotazione assicura una durata superiore alla media.
È tramite TCL che Alcatel guarda al futuro, in mostra infatti a Barcellona in anteprima mondiale il portafoglio prodotti con display AMOLED flessibili e la tecnologia brevettata DragonHinge, applicata al sistema di apertura e chiusura. «Abbiamo una soluzione hardware da cui partire per la progettazione e costruzione dei nuovi dispositivi, che ci permetterà così di affrontare la realizzazione di un software in grado di offrire un’esperienza davvero unica e creare un ecosistema connesso mentre ci prepariamo a lanciare il nostro primo dispositivo pieghevole l’anno prossimo» spiega Shane Lee, General Manager, Global Product Center di TCL Communication.

Economico, senza compromessi
Tornando ad Alcatel, presente allo stand anche il più economico 1S (da 109 euro) che utilizza però un Full View Display 18:9 HD+ da 5,5 pollici, oltre a vantare una doppia fotocamera posteriore da 16 Megapixel (interpolati) e 2 Megapixel (con effetto bokeh).
1S ha in comune con i modelli di fascia più alta il sensore d’impronte digitali posteriore e il software di riconoscimento facciale Face Key, oltre al processore octa-core, cambia invece la batteria, in questo caso con una capacità più ridotta, da 3060 mAh.
Chiude la carrellata di annunci Alcatel il tablet 3T (229 euro) che si distingue grazie ad uno schermo HD da 10”, due altoparlanti frontali e una batteria da 4.080 mAh. Il sistema operativo utilizzato è Android 9.0 Pie con Google Assistant preinstallato. Il riconoscimento vocale DSP funziona fino a tre metri di distanza. Disponibile una Audio Station, acquistabile in bundle a 229 euro.