Tecnologia di Consumo: +3% il fatturato del 2018

infografica gfk Dopo un 2017 in leggera flessione, lo scorso anno è tornato a crescere il mercato italiano della Tecnologia di Consumo, che ha visto un incremento del fatturato del +3%. Secondo le rilevazioni GfK, il valore complessivo del mercato è passato dai 14,3 miliardi di euro del 2017 ai 14,7 miliardi del 2018: il livello più alto raggiunto dal mercato dal 2010.

Analizzando i diversi settori, i prodotti che nel 2018 hanno contribuito maggiormente alla crescita in termini di fatturato sono stati nell’ordine: Smartphone, Aspirapolvere, Asciugatrici, Headset e Televisori. Il fattore comune, tra tutti questi prodotti, è il successo delle fasce Premium, che continuano a crescere trascinate dalle nuove tecnologie e quindi da un’innovazione sempre più veloce.

Scendendo nel dettaglio, traina la crescita la performance positiva del comparto Telecom (+6,7%), che a fine 2018 è arrivato a generare il 39% del valore complessivo del mercato italiano dei Technical Consumer Goods. Trend in crescita anche per il Grande Elettrodomestico (+3%) e il Piccolo Elettrodomestico (+2,5%) che arrivano a pesare rispettivamente il 14,4% e il 9,1% del totale mercato. Cresce anche il settore Information Technology/Apparecchiature per l’ufficio (+1,5%), che si conferma essere il secondo per importanza, con una quota pari al 19,2%.

L’Elettronica di Consumo (Audio e Video) registra una piccola flessione (-0,4%) rispetto al 2017, mentre rallenta in maniera più significativa il comparto della Fotografia (-3,6%). Decisamente più negativo il risultato del comparto Home Comfort (-11,9%) e del Media Storage (-15,2%), che però rappresentano solo una piccola quota del mercato italiano della Tecnologia di Consumo.

Ultima nota riguardo alle vendite negli store tradizionali che rimangono praticamente invariate rispetto allo scorso anno (+0,5%), mentre continua a crescere a doppia cifra il canale online (+20%), che arriva a rappresentare a fine 2018 il 14,6% delle vendite a valore.