iRobot Roomba i7+ – Dimenticarsi delle pulizie per 30 giorni

Luca Conforti, product manager iRobot
Luca Conforti, product manager iRobot

Spesso si parla di aziende leader di mercato, ma mai come nel caso di iRobot il termine è appropriato. Dati GfK alla mano, l’azienda copre il 77% del mercato della robotica, un risultato ottenuto negli anni attraverso il cambio di un paradigma e l’introduzione di nuovi modelli sempre più evoluti, come ad esempio quelli mostrati oggi a Milano durante la presentazione di Roomba i7 e i7+.

Particolarità del modello più avanzato è la Clean Base™ Automatic Dirt Disposal, che introduce un nuovo livello di intelligenza e di automazione, aggiungendo la possibilità di svuotare la polvere automaticamente dopo ogni ciclo pulente.

A questo si aggiunge la tecnologia Imprint™ Smart Mapping, che consente di memorizzare la mappa della casa e i nomi delle varie stanze e l’iAdapt 3.0 Navigation con tecnologia vSLAM che aiuta il robot aspirapolvere a navigare in modo perfetto ed efficiente per casa memorizzando dove è già passato e dove deve ancora pulire. I sensori di i7+, inoltre, riconoscono le aree che hanno bisogno di più attenzione e portano il robot a pulirle più a fondo dove è necessario.

Il sistema di pulizia a tre fasi si avvale di due spazzole in gomma multi-superficie e di un motore aspirante in grado di raccogliere polvere, detriti, capelli e peli di animali domestici da qualunque tipo di pavimento.
La spazzola laterale è progettata appositamente per rimuovere la polvere dai bordi delle pareti, dalla base dei battiscopa e dagli angoli.
Il filtro High-Efficiency consente di catturare il 99% di polline, muffa, acari della polvere e allergeni di cani e gatti.

Il robot si può gestire tramite l’App iRobot HOME, oppure tramite i dispositivi abilitati Alexa e l’Assistente Google che consentono il controllo vocale di Roomba i7+.

Il lancio del modello sarà anticipato da una campagna digital su Facebook ed Instagram, a cui seguirà un training formativo per la rete vendita.