Smart per Beko equivale a concretamente utile

Michela Lucchesini, Marketing Manager di Beko Italy ha raccontato ad ae le novità 2018 di Beko e Grundig
Michela Lucchesini, Marketing Manager di Beko Italy

Il termine “smart” è usato oggi con molta facilità, spesso riferendosi alla sola connessione wi-fi degli apparecchi, che consente il controllo da remoto. Ma l’intelligenza degli elettrodomestici sta nelle funzioni effettive che le nuove tecnologie permettono di offrire.

«A fronte di consumatori sempre più smart su tutti i fronti – spiega Michela Lucchesini, marketing manager Beko Italyanche nell’ambito della casa e in particolare quando si parla di “apparecchiature” che hanno una funzione e offrono una prestazione, le aspettative sono molto cambiate rispetto al passato. Oggi la flessibilità d’uso, la comodità e l’ottimizzazione dei tempi rappresentano i bisogni secondari più rilevanti per l’individuo e le famiglie. “Smart” è poter fare le cose meglio, divertendosi e più velocemente, recuperando tempo anche per le proprie passioni. Quindi credo che le soluzioni smart siano riconducibili a ciò che può fare davvero la differenza tra un elettrodomestico di oggi rispetto a quello di ieri».

Funzioni come la possibilità di cucinare nello stesso forno contemporaneamente due ricette completamente diverse; oppure avere una lavastoviglie in grado di dosare il detersivo per un mese sono solo alcuni esempi di quanto intende l’azienda.

Il forno Beko Split&Cook cucina contemporaneamente due piatti completamente diversi, con tempi e temperature differenti, senza mischiare odori e sapori
Il forno Beko Split&Cook cucina contemporaneamente due piatti completamente diversi, con tempi e temperature differenti, senza mischiare odori e sapori

«Il forno Beko Split&Cook cucina due ricette completamente diverse, con diversi tempi e temperature, contemporaneamente, e senza mischiare odori e sapori; mentre la lavastoviglie AutoDose dispone di un sistema di dosaggio automatico del detersivo e del brillantante sufficiente per 23 cicli di lavaggio».

E non dimentichiamo il contributo delle nuove tecnologie nell’organizzare e mantenere una dieta sana. FreshMixer è un frullatore da tavolo ideato da Beko con tecnologia sottovuoto che rimuove l’aria dalla caraffa prima di frullare gli ingredienti, in modo che preservino nutrienti, sapore e colori naturali. Di grande aiuto per aumentare il consumo di vegetali freschi, poi, è indubbiamente un frigorifero intelligente.

«Spesso non si acquistano frutta e verdura fresca perché non si è sicuri di quando verranno consumati e si teme di doverli buttare – afferma Michela Lucchesini – Ma con la tecnologia Neofrost DualCooling con Everfresh+, frutta e verdura rimangono freschi fino a 30 giorni grazie al controllo preciso e costante del livello di umidità nel maxi cassetto crisper».

Questa è la visione smart di Beko, che il prossimo anno ha in programma una strategia distributiva e di comunicazione tutta dedicata alla gamma HomeWhiz, composta da elettrodomestici connessi tra loro e con controllo remoto oltre che predisposti con le tecnologie smart sopra citate.