Whirlpool: «Gli elettrodomestici sono progettati in partenza per essere riciclati»

Stabilimento di Whirlpool di Cassinetta (VA). Foto credits: Alessandro Imbriaco, #PlacesthatMatter 2017
Stabilimento di Whirlpool di Cassinetta (VA). Foto credits: Alessandro Imbriaco, #PlacesthatMatter 2017

«Per Whirlpool, l’impegno in CSR e sostenibilità – dichiara Karim Bruneo, corporate responsibility and government relations manager, Whirlpool EMEA – mira a creare un sistema virtuoso attraverso iniziative di garanzia del benessere e delle necessità dell’ambiente e delle comunità dei territori dove l’azienda opera. Un impegno che si traduce quotidianamente nella creazione di soluzioni tecnologiche innovative e a basso impatto ambientale e nella gestione efficiente dei processi di produzione e distribuzione».

Karim Bruneo, corporate responsibility and government relations manager, Whirlpool EMEA. Foto credits: Alessandro Imbriaco, #PlacesthatMatter 2017
Karim Bruneo, corporate responsibility and government relations manager, Whirlpool EMEA. Foto credits: Alessandro Imbriaco, #PlacesthatMatter 2017

Ma in cosa si traducono questi propositi nel concreto? «In particolare, nel 2017, con ben tre anni di anticipo rispetto al previsto – spiega Bruneo – Whirlpool ha raggiunto gli obiettivi, fissati nel 2015, di riduzione del consumo energetico e idrico del 15% rispetto al 2014. Dopo aver ottenuto questi importanti risultati, l’azienda ha fissato nuovi obiettivi di riduzione entro il 2025, rispetto al 2005, del 30% delle emissioni di gas serra (GHG) derivanti dai processi produttivi e dai prodotti».

Dal punto di vista della progettazione sostenibile, l’azienda è impegnata nella realizzazione di modelli sempre più eco-efficienti sia per quanto riguarda l’energia sia le risorse idriche e le materie prime, riutilizzando o riducendo al minimo i rifiuti.
«Inoltre – conclude Bruneo – oggi gli elettrodomestici sono progettati in partenza per essere riciclati».