Smartphone in ripresa nel 2019

IDC-SmartphoneLe spedizioni di smartphone a livello mondiale dovrebbero diminuire del 3% nel 2018. Per poi tornare a una crescita a una sola cifra nel 2019, e fino al 2022.
È quanto emerge dal Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker di IDC.

Mentre è in corso la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, IDC continua a ritenere che alcuni elementi porteranno il mercato degli smartphone a una crescita. Questi sono: il continuo sviluppo dei mercati emergenti, il potenziale del 5G e nuovi form factor di prodotto.

IDC si aspetta che le spedizioni di smartphone scendano a 1,42 miliardi di unità nel 2018. In calo dagli 1,47 miliardi nel 2017. Tuttavia, IDC prevede una crescita delle spedizioni anno su anno del 2,6% nel 2019. Nel lungo periodo, le spedizioni di smartphone previste sono di 1,57 miliardi di unità nel 2022.

Da un punto di vista geografico, il mercato cinese, che rappresentava il 30% delle spedizioni totali di smartphone nel 2017, sta finalmente mostrando segni di ripresa. Benché il mercato più grande del mondo sia ancora in calo dell’8,8% nel 2018, IDC prevede un 2019 piatto, per poi tornare in territorio positivo fino al 2022. Anche gli Stati Uniti dovrebbero tornare al segno positivo nel 2019 (+2,1% su base annua) dopo un calo nel 2018.

La carica degli smartphone con schermo grande
Il lento rilancio della Cina è stato uno dei motivi della bassa crescita nel terzo trimestre del 2018. Tale rallentamento proseguirà nel Q1 2019, dato che il mercato dovrebbe scendere del 3% nel quarto trimestre del 2018. Inoltre, il divieto statunitense recentemente abolito su ZTE ha avuto un impatto sulle spedizioni nel terzo trimestre 2018. Oltre ad aver creato un gap che si prevede non verrà ancora colmato entro il 2019.

Anche se il 2018 è sceso finora al di sotto delle aspettative, il mercato mondiale degli smartphone secondo IDC è destinato a riprendere lo shift verso schermi più grandi e dispositivi ultra-high-end.
Tutti i grandi player hanno ulteriormente ampliato le loro offerte con schermi più grandi e smartphone di fascia alta.

Nel Q3 2018, la fascia da 6 pollici a meno di 7 pollici è diventata per la prima volta quella più importante. Con una crescita di oltre quattro volte anno su anno. Idc ritiene che gli smartphone a schermo più grande (5,5 pollici e oltre) spingeranno con 947,1 milioni nel 2018, pari al 66,7% di tutti gli smartphone.

In crescita rispetto ai 623,3 milioni di unità e al 42,5% del 2017. Entro il 2022, le spedizioni di questi smartphone a schermo grande saliranno fino a 1,38 miliardi di unità o l’87,7% del volume di vendite complessivo.

Le piattaforme: Android e iPhone
Lo share degli smartphone Android rimarrà stabile all’85% durante il periodo oggetto della previsione.Idc prevede che i volumi aumenteranno a un tasso annuo di crescita composto (CAGR) su cinque anni dell’1,7%. Con spedizioni che si avvicineranno agli 1,36 miliardi nel 2022.

Android è ancora la scelta delle masse e non si prevedono spostamenti. L’analista stima che i prezzi medi di vendita di smartphone Android aumentino del 9,6% nel 2018, a 258 dollari, rispetto ai 235 dollari del 2017.

IDC si aspetta che questa traiettoria ascendente continui lungo il periodo di forecast, ma a un tasso più basso dal 2019 e oltre. I player del mercato non solo stanno spingendo sull’upgrade di specifiche e materiali, per compensare i tassi di sostituzione in diminuzione. Ma stanno anche rispondendo alle esigenze in evoluzione dei consumatori di prestazioni migliori.

Gli smartphone iOS dovrebbero calare del 2,5% nel 2018 a 210,4 milioni. Il lancio di smartphone iOS costosi e con schermi più grandi nel Q3 2018 ha aiutato Apple ad aumentare il proprio ASP (average selling price). Rendendo al tempo stesso difficile incrementare le vendite nell’attuale periodo di crisi del mercato.

IDC prevede che le spedizioni di iPhone cresceranno con un CAGR quinquennale dello 0,1%, raggiungendo un volume di 217,3 milioni nel 2022. Nonostante le sfide, non vi è alcun dubbio sul fatto che Apple continuerà a guidare il segmento premium del mercato globale degli smartphone.

 

Fonte: 01NET