Elica – Ripensare gli spazi della cucina

Nel modello a parete, la cappa Haiku di Elica (design Fabrizio Crisà) è dotata di un sistema all’avanguardia che offre massima flessibilità nell’installazione, consentendo di regolare la profondità da 32 cm a 38 cm così da avere il prodotto sempre in linea con i pensili della cucina, oltre a dare un effetto di leggerezza creando un vuoto tra la parete e la zona aspirante. La cappa è disponibile in diverse finiture per adattarsi alle differenti esigenze di stile: vetro nero, Krion K-life, acciaio e grès porcellanato effetto cemento
Nel modello a parete, la cappa Haiku di Elica (design Fabrizio Crisà) è dotata di un sistema all’avanguardia che offre massima flessibilità nell’installazione, consentendo di regolare la profondità da 32 cm a 38 cm così da avere il prodotto sempre in linea con i pensili della cucina, oltre a dare un effetto di leggerezza creando un vuoto tra la parete e la zona aspirante. La cappa è disponibile in diverse finiture per adattarsi alle differenti esigenze di stile: vetro nero, Krion K-life, acciaio e grès porcellanato effetto cemento

Gianluca Vigato, Group Brand Director di Elica ci parla delle tendenze in atto (e future) e dei fattori che possono consentire una vera integrazione nell’ambiente cucina.

Gianluca Vigato, Group Brand Director di Elica
Gianluca Vigato, Group Brand Director di Elica

Si parla spesso di integrazione tra mobile da cucina ed elettrodomestici. Secondo la sua opinione è un trend in crescita?
La perfetta integrazione sia estetica che funzionale tra elettrodomestici e mobili da cucina è uno dei primi criteri di scelta dei consumatori che sono sempre di più alla ricerca di soluzioni integrate e allineate da un punto di vista estetico. L’apertura della cucina all’ambiente living ha reso tale bisogno ancora più frequente. Garantire questo connubio non sarà solo importante ma rappresenterà la scelta vincente dei marchi che vorranno essere protagonisti nelle case dei consumatori. Elica è costantemente alla ricerca di soluzioni che siano in grado di completare armoniosamente l’outfit della cucina e lo fa offrendo forme, finiture e materiali che siano sempre allineati alle tendenze stilistiche del mondo dell’arredo, ma anche creando soluzioni che si adattino funzionalmente all’ambiente. Un esempio è la cappa Haiku che, oltre a offrire versatilità nelle finiture, è in grado di adattarsi alla profondità del pensile per garantire la massima continuità nelle linee della cucina.

Crede che la diffusione di nuovi elettrodomestici con dimensioni non tradizionale modificherà il design della cucina?
I consumatori ispirano tutti i giorni i produttori di elettrodomestici e di mobili da cucina a ripensare gli spazi in modo che vi sia sempre la giusta risposta alle loro esigenze. Da un lato vediamo una costante richiesta di maggiore capacità e quindi, per esempio, piani cottura che diventano sempre più grandi e flessibili. Dall’altro, gli ambienti si riducono di dimensione e, di conseguenza, aumenta la necessità di fornire soluzioni multi-tasking e integrate. Elica investe quotidianamente per sviluppare prodotti che rispondano al meglio a questa esigenza. Un esempio è la gamma di piani a induzione NikolaTesla che, oltre a offrire una superficie di cottura da 83 centimetri e zone di cottura flessibili, integra l’elemento aspirante, liberando lo spazio generalmente occupato dalla cappa.

Secondo lei, quali sono i fattori che contribuiranno ad una vera integrazione tra elettrodomestici e cucina?
Il fattore vincente è l’ampiezza della gamma e la sua capacità di adattarsi a ogni ambiente.
Proprio per rispondere al meglio alle esigenze dei consumatori, chi progetta i mobili per la cucina offre una grande varietà di soluzioni funzionali, di colori e di finiture. Dall’altro lato anche chi disegna elettrodomestici deve essere in grado di adeguarsi a questo livello di complessità, proponendo una gamma vasta in termini di design, dimensioni, finiture, colori e sistemi di installazione.