Huawei aprirà a Milano un nuovo centro di R&S

Thomas Miao, CEO di Huawei Italia

Huawei aprirà, in una strada adiacente piazza Duomo a Milano, un nuovo centro di ricerca e sviluppo focalizzato sul design e sul fashion a supporto dell’intero gruppo. Il centro andrà ad affiancare quello di Segrate (MI) specializzato in ponti radio per le reti mobili e sfruttamento di altissime frequenze.

Sono previste a breve nuove assunzioni, in aggiunta alle 850 persone già impiegate tra Roma e Milano, e per il momento sembra lontana l’eco della campagna di Trump (che ha coinvolto anche l’Italia) contro l’uso degli smartphone dell’azienda, accusata di rubare informazioni e fare spionaggio.

In realtà alla base di questa campagna di boicottaggio del governo americano c’è la gestione della tecnologia 5G in mano all’azienda cinese. L’obiettivo è impedire a Huawei di realizzare la sua rete 5G negli Stati Uniti e nei paesi alleati. La risposta di Thomas Miao, CEO di Huawei Italia al Sole 24 Ore è stata: «Gli allarmi di cui si legge non sono basati su fatti. Da parte nostra incoraggiamo il dialogo, per parlare dei problemi quando e se ci sono. Ma qui stiamo parlando di cose che non trovano riscontro nella realtà. Noi siamo attivi da 30 anni sul mercato e i nostri prodotti sono venduti in 170 Paesi con milioni di consumatori che ci scelgono perché si fidano pienamente».