Remedia e Aires fanno il punto sulla raccolta dei piccoli RAEE

Danilo Bonato, Remedia - Andrea Scozzoli, Aires - Dario Bossi, ANCRA
Dario Bossi, ANCRA – Danilo Bonato, Remedia – Andrea Scozzoli, Aires –

A due anni di distanza dall’attivazione del servizio “Uno contro Zero”., il sistema collettivo Remedia e AIRES Confcommercio – Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati – hanno fatto, durante la 22esima edizione di Ecomondo, il punto della situazione sul servizio avviato due anni fa.

Grazie anche alla rete di soci AIRES, Remedia ha raccolto in questi due anni oltre 28.300 kg di piccolissimi RAEE (di cui circa 22.000 kg di piccola elettronica varia, come telecomandi e rasoi elettrici, oltre 3.000 kg di cellulari e circa 3.200 kg di fonti luminose). Traducendo questi dati in pezzi, sono stati raccolti circa 170.000 piccoli RAEE. I punti vendita serviti oggi in Italia sono più di 400, di cui il 65% soci AIRES, che si prevede arriveranno a 430 in pochi mesi. Interessante notare come la quantità di RAEE ritirati presso i punti vendita sia spesso maggiore nelle regioni del Sud Italia, come ad esempio in Calabria, probabilmente in relazione a una minore disponibilità di piazzole ecologiche rispetto alle regioni del Nord.

Questi numeri si inseriscono nell’attività condotta da Remedia, che estende il proprio impegno anche ad altre tipologie di servizio, come l’Uno contro Uno nella vendita online.

Per incentivare maggiormente la raccolta dei piccoli apparecchi elettronici, il Consorzio ha, inoltre, siglato una collaborazione con ANCRA – Associazione Nazionale Commercianti Radio Televisione Elettrodomestici Dischi e Affini – che, volontariamente, ha deciso di dedicare maggiore attenzione verso la gestione responsabile di questa tipologia di rifiuti. Si prevede l’avvio di un progetto pilota per sperimentare il servizio su un numero selezionato di punti vendita inferiori ai 400 metri quadrati. Un impegno ancora più forte se si pensa che tali punti vendita non sarebbero obbligatoriamente chiamati ad aderire secondo normativa.