ELDOM Il mercato in Germania sfata alcuni miti

GermaniaBianco

Il valore globale del mercato nel 2015 è stato per il bianco di 8,2 miliardi di euro (contro 7,9 nel 2014), con una crescita del 3,8% (GED 5,6 miliardi, 68,3%; PED 2,8 miliardi): gli elettrodomestici ad incasso costituiscono il 50% del GED. In numero di pezzi la crescita è stata del 6,7%, grazie alla proposta di prodotti di fascia medio-bassa.
I segmenti in maggior crescita sono stati i congelatori, i piani di cottura e i forni a microonde (penalizzata, invece, la vendita di frigoriferi, lavastoviglie e i forni e cucine tradizionali).
I consumatori tedeschi sembra privilegino, nella scelta dei grandi elettrodomestici, l’efficienza energetica, la facilità d’uso e un buon livello di confort nelle prestazioni rispetto al design.
I piccoli elettrodomestici sono cresciuti del 4% nella quantità globale, grazie all’exploit delle macchine per il caffè (+10%) e i robot da cucina. trend positivo anche nella cura del corpo:  spazzolini da denti elettrici (+13%), rasoi elettrici (+16%) e epilatori (+25%). Da record il dato registrato dalle pesapersona elettriche: +35%. Complessivamente  in crescita il segmento delle lavastoviglie mentre è in flessione la lavatrice.

La produzione e il commercio estero
La Germania, precedendo di poco l’Italia, è sempre il maggior produttore europeo di elettrodomestici bianchi. Esistono nel paese 12 impianti per la produzione di grandi apparecchi e una trentina per i piccoli. Il settore occupa così 46.000 addetti. Nel 2015 vi si sono prodotti grandi apparecchi per circa 6,5 miliardi di euro; di essi i 2/3 sono stati esportati. Il mercato interno viene così ad essere soddisfatto per quasi il 70% dall’import, proveniente dall’Estremo Oriente, dall’ Europa dell’Est ed anche dall’Italia. I prodotti italiani hanno rappresentato nel 2015 circa l’11% del consumo tedesco in materia.

Elettronica di consumo

La crisi dell’elettronica di consumo tedesca, già in corso da alcuni anni, si è accentuata in modo sensibile nel 2015, con una flessione globale del –12,0 % sul già negativo 2014. In valore però la flessione è stata solo del 7%
Solo i camcorder hanno registrato una piccola crescita, mentre i videogiochi e le consolle sono rimasti stabili. Per tutti gli altri tipi di apparecchi il calo è stato forte, dal –5% degli apparecchi per auto al segmento dell’audio, dove le flessioni hanno superato il –17%.
Causa di ciò è, come ormai risaputo, la concorrenza dei prodotti informatici di ultima generazione, dai tablet agli smartphone e a tutti i prodotti nuovi. Il successo di essi determina il crollo dei prodotti tradizionali.

La diffusione
Nel bruno cresce invece la presenza dei televisori a schermo piatto o ad antenna satellitare, mente cala quella dei camcorder e degli MP3 player. Ancora più forte la crisi dei DVD Player/Recorder, che nel 2014 erano presenti nel 74% delle case tedesche, scendendo al 67% nel 2015.
Per la prima volta le statistiche Destatis rilevano nel 2015 anche la presenza di Laptop/Notebook, Netbook e quella dei tablet: ambedue queste categorie di prodotti, concorrenti a quelli tradizionali, hanno un notevole grado di diffusione e ciò spiega il calo di questi ultimi.

Le prospettive
Le previsioni ufficiali per il bianco, a cura della Zvei, indicano per il 2016 una crescita globale del 3%, equamente condivisa dai grandi e dai piccoli apparecchi. Per il bruno all’inizio del 2016 gli operatori del settore speravano in una lieve ripresa, favorita anche dallo svolgersi dei Campionati Europei di Calcio. Invece i risultati del primo trimestre dell’anno in corso, rilevati dall’agenzia GfU, hanno costituito un’autentica doccia fredda: le flessioni del 2015 si sono confermate e in qualche caso addirittura accentuate. In questa situazione qualsiasi previsione appare impossibile: il mercato tedesco dell’elettronica di consumo, intesa nel senso tradizionale, sembra non avere ancora toccato il fondo.

Vendite di grandi elettrodomestici in Germania nel 2014 e nel 2015 (mio pezzi)

2014 2015 % variazione 2015/14
Lavabiancheria 3,0 3,2 6,7
Asciugatrici 1,1 1,2 9,1
Lavastoviglie 2,3 2,4 4,3
Forni e cucine 2,1 2,2 4,8
Piani di cottura 2,0 2,2 10,0
Forni microonde 1,8 2,0 11,1
Cappe aspiranti 1,4 1,5  7,1
Frigoriferi 3,3 3,4 3,0
Congelatori 0,8 0,9 12,5
Totale 17,8 19,0   6,7

Fonte: Zentralverband Elektrotechnik- und Elektronikindustrie (ZVEI)

 

Vendite di elettronica di consumo in Germania nel 2014 e 2015 (mio pezzi)

2014 2015 % variazione 2015/2014
Televisori 8,1 6,9 -14,8
Videorecorder, DVD Player 2,6 2,2 – 15,4
Camcorder 0,7 0,8 14,3
Home audio 2,8 2,3 – 17,9
Digital still cameras 4,0 3,4 -15,0
Portable audio/DVD 1,7 1,4 – 17,6
Car multimedia 3,6 3,4 – 5,6
Videogames and console 2,3 2,3  =
Totale 25,8 22,7 – 12,0

Fonte: GFU – Gesellschaft für Unterhaltungs- und Konsumelektronik

 

Tasso di diffusione di alcuni elettrodomestici ed apparecchi elettronici nelle case tedesche nel 2015- (%)

Frigorifero 99,8
Congelatore 50,8
Lavabiancheria 93,9
Asciugatrice 39,5
Lavastoviglie 69,5
Microonde 73,3
Caffettiera elettrica 84,6
Di cui: a filtro 61,8
            Espresso 32,5
Televisore 97,9
Di cui: a schermo piatto 81,3
            antenna satellitare 45,9
            Tv via cavo 46,5
Pay Tv- 17,9
DVD Player /Recorder 67,0
Camcorder 18,3 –
MP3 Player 41,4
Laptop/Notebook, Netbook 68,0
Tablet 31,8

Fonte: Destatis (Deutsches Statistisches Bundesamt)