NETCOMM-MIP L’eCommerce B2C cresce del 17%

E-CommerceScendendo ulteriormente nel dettaglio, l’e-commerce B2C rappresenta circa il 5% delle vendite totali del retail. Benché la quota maggiore risulti ancora quella dei servizi (assicurazioni, couponing di servizi, ricariche, ticketing per eventi, turismo e trasporti), che raggiungono il 55% degli ordini totali, le transazioni legate ai prodotti (abbigliamento, bellezza, arredamento, home living, C2C, editoria, couponing di prodotto, merchandising, giocattoli, food&grocery, informatica ed elettronica) stanno guadagnando terreno, segnando nel 2016 un aumento del 27%, contro il +10% dei servizi.Fonte: Netcomm-School of Management Politecnico Milano
Decisamente positivi i dati rilevati dall’Osservatorio e-commerce B2C annualmente rilevati da Netcomm e dal Mip, la School of Management del Politecnico di Milano, che anche per il 2016 prevede significativi incrementi delle vendite on-line tra imprese e consumatori.
Non solo, infatti, si riscontra un raddoppio del commercio virtuale negli ultimi cinque anni ma, tra il 2015 e il 2016 si stima una crescita a valore del 17%, per un fatturato totale di 19,3 miliardi di euro. Dopo undici anni di attento monitoraggio, l’Osservatorio svela un’Italia sempre più propensa e abituata a interagire via web fino a ultimare lo shopping: basti pensare che, su poco meno di 31 milioni di utenti Internet, il 61% effettua già acquisti on-line.
Così, il fatturato complessivo derivante dalle vendite di prodotti via web è passato da circa 6,8 a 8,6 miliardi di euro, mentre le transazioni totali legate all’acquisto di servizi sono aumentate di circa 1 miliardo di euro, salendo da 9,6 a circa 10,6 miliardi di euro.
Quanto allo scontrino medio, quello per l’acquisto di prodotti fisici si attesta a circa 75 euro, con ordini che quest’anno dovrebbero toccare i 115 milioni.

Elettronica ed elettrodomestici in forte sviluppo
L’analisi settoriale evidenzia un andamento dinamico per vari comparti tra i quali spicca l’informatica ed elettronica di consumo che, grazie al buon trend di smartphone, tv, grandi elettrodomestici e accessori, dovrebbe chiudere il 2016 in crescita del 22%, raggiungendo 2.789 milioni di euro, ovvero il 14% del valore complessivo dei prodotti venduti on-line. Segue l’abbigliamento, con 1.835 milioni di euro e un peso del 9%, e l’editoria, con 691 milioni di euro (4%). Quote sempre maggiori si riscontrano anche per l’arredamento, che detiene il 3% del mercato, con 566 milioni di euro e il Food&Grocery (3%, ovvero 531 milioni di euro).
Tra i servizi, continua a dominare il turismo con un fatturato di 8.525 milioni di euro e 44% del mercato e-Commerce B2c italiano. Seguono le assicurazioni e  il ticketing.

8 Dati e-commerce B2C